Decreto di agosto, Gualtieri: “Allentare il nodo licenziamenti. Testo su CDM domani”

MILANO – Il governo ha raggiunto un accordo sull’estensione della CIG e sul blocco dei licenziamenti. “Il nodo è risolto, c’è condivisione. Abbiamo fatto una sintesi”, ha dichiarato il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri lasciando Palazzo Chigi, interrogato sul punto che fino ad ora aveva diviso la maggioranza. “Domani – ha aggiunto – la misura porterà al Consiglio dei ministri”.

Nell’accordo concluso, non è stabilito uno specifico oltre il quale non sarà più possibile trarre. Dal 13 luglio sono previste ulteriori 18 settimane di licenziamenti o – in alternativa – erogazioni per le aziende che scelgono di riportare i lavoratori dalla retribuzione. È solo dopo 18 settimane che la società sarà in grado di licenziare. Le settimane “extra” di denaro contante possono essere richieste tutte insieme (e in questo caso la scadenza per il blocco dei licenziamenti terminerebbe il 15 novembre) o oltre, se si estendono nel tempo. In ogni caso, anche per coloro che non utilizzano i licenziamenti, il divieto di licenziamento rimarrebbe in vigore per le 18 settimane (dal 13 luglio) in cui è possibile richiedere la cig.

Tra le ultime notizie dell’accordo di Palazzo Chigi anche uno shock sui contributi del 30% per le aziende che accolgono il Sud mentre il bonus sui consumi sarà riservato esclusivamente alla ristorazione, lasciando da parte altri settori – come i mobili o l’abbigliamento, che inizialmente era considerato parte del vantaggio.

Italia Viva: “Il nostro sì condizionato al rinvio delle scadenze fiscali”

L’accordo raggiunto è, tuttavia, per alcune forze politiche, condizionato dall’inclusione di altre misure. Questo è il caso di Italia Viva. “La discussione è stata lunga e approfondita, ma il via libera di Iv è condizionato dalla presenza di alcune misure al servizio dell’economia italiana e che abbiamo fortemente richiesto, principalmente il rinvio delle tasse di novembre per i lavoratori autonomi, isa e tassi forfettari ”, ha spiegato Luigi Marattin di Italia Viva dopo l’annuncio di Gualtieri.


Avatar

Abramo Montalti

"Esperto di viaggi professionale. Risolutore di problemi. Lettore. Cibo maledetto. Difficoltà. Imprenditore. Amante della televisione. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *