Elon Musk ha troppi satelliti in orbita: gli scienziati allarmano

Elon Musk ha troppi satelliti in orbita che potevano ricerca di compromesso scienziato. Si dice che il miliardario abbia lanciato uno sciame di Satelliti Starlink per portare il file connessione internet a banda larga in diverse parti del globo, anche dove non era disponibile, ma per scelta di Musk scienziati esasperati che lo ha ripetutamente criticato, accusandolo di mettere in pericolo la ricerca e le osservazioni astronomiche.

L’ultima chiamata arriva da uno studio firmato da più di 250 astronomia ed esperti del settore, con i quali si afferma che il progetto Starlink e la concentrazione di satelliti che ruotano attorno alla Terra limitante non solo il visione altri corpi celestiali, ma rischiano anche di compromettere varie attività di ricerca.

Elon Musk ha troppi satelliti

L’eccessiva presenza di satelliti Elon Musk l’avrebbe fatto gravi ripercussioni sulla ricerca, secondo lo studio pubblicato nelle scorse ore da diversi scienziati. Nello specifico, i corpi celesti lanciati in orbita dal CEO di SpaceX interfererbbero con il attività di astronomia convenzionale e con strumentazione, anche infrarossa, utilizzata dagli osservatori a terra.

Infatti, sebbene i satelliti Starlink non emettano la propria luce, riflettono quella dei raggi del sole, apparendo così luminosi, proprio come la luna, creando un linea retta di punti lucidi allineati l’uno con l’altro nel cielo notturno. Sebbene possa rivelarsi uno spettacolo sorprendente, questo sciame di satelliti ha gravi ripercussioni sulle attività di ricerca, diventando a volte un ostacolo ottico impossibile viaggiare in molte circostanze.

Ciò di cui gli scienziati si lamentano è l’interferenza che i satelliti causano ai rilevamenti, poiché qualsiasi oggetto in orbita bassa potrebbe renderlo più difficile da rilevare. cerca nuove stelle e nuovi pianeti nel sistema solare, ma anche l’intercettazione di oggetti in movimento verso la Terra. Il progetto Starlink prevede anche il lancio di more 30.000 microunità questa “Potrebbe quasi raddoppiare il numero di oggetti in movimento nello spazio visibili ad occhio nudo al crepuscolo” si unirà al reti satellitari che altre società stanno valutando di lanciare nello spazio.

Soluzioni degli scienziati

Il team di scienziati e ricercatori ha proposto possibile soluzioni in grado di ridurre l’impatto visivo dei corpi lanciati da Elon Musk nell’orbita terrestre, per esempio orientali in modo diverso in modo che riflettano meno luce, o dipingerli con colori più scuri. Tuttavia, la soluzione migliore da perseguire sarebbe quella di ridurre il numero di satelliti in orbita. Infatti, con un gran numero di satelliti, sottolineano gli scienziati, “Non esiste una combinazione di soluzioni in grado di eliminare completamente l’impatto delle loro scie luminose sulla ricerca scientifica “.

Avatar

Abramo Montalti

"Esperto di viaggi professionale. Risolutore di problemi. Lettore. Cibo maledetto. Difficoltà. Imprenditore. Amante della televisione. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *