“Empire” termina il suo lungo e strano viaggio con una serie non così definitiva

loading...
Quando Fox ha annunciato la fine della serie lo scorso maggio, Il capo della Fox Entertainment Charlie Collier ha affermato che il programma “eliminerà le armi”, aggiungendo “Permetti ai fan di sporgersi e ottenere la fine che meritano”.

Tuttavia, come in tutto lo spettacolo, non ha funzionato come previsto, dato che “Empire” firma più con un piagnucolio che un colpo, sempre a causa di circostanze al di fuori del suo controllo.

In questo caso, il coronavirus è intervenuto, riducendo la produzione di quella che doveva essere una stagione di 20 episodi. L’episodio che andrà in onda martedì sarà il 18, sebbene includerà materiale della penultima ora che è stata parzialmente filmata.

I produttori dello spettacolo, Lee Daniels e Danny Strong, hanno lasciato la porta aperta per un fine più definitivo sulla strada – forse un film per rimediare ai punti deboli – con Daniels che in un comunicato stampa dice che è “il cuore spezzato, non saremo in grado di girare la finale che volevamo”. Ma le possibilità che ciò accada sembrano ridotte vista la logistica.

Per Fox, il successo immediato dello show ha fornito un enorme impulso quando è stato presentato per la prima volta a gennaio 2015. “Empire” si è classificato al primo posto nella televisione drammatica televisiva – il finale ha attirato 17,6 milioni di spettatori – e anche aumentato in altre impostazioni. .

Come Nielsen Media Research è notato, il suo finale in due parti questa primavera ha generato 2,4 milioni di tweet, più di qualsiasi altra serie. La colonna sonora ha venduto oltre 430.000 copie, rimanendo nelle classifiche di Billboard per 19 settimane consecutive.

Sono apparse le maggiori star invitate. Una serie spin-off, “Star”, è stata commissionata (è durata tre stagioni), mentre Fox ha cercato di sfruttare ulteriormente la popolarità dello spettacolo.

La premessa shakespeariana ha interpretato Terrence Howard nei panni di Lucious Lyon, il patriarca di un impero musicale. Di fronte a una diagnosi terminale (che è scomparsa convenientemente una volta che la serie è diventata un successo), Lucious ha organizzato una battaglia di successione tra i suoi tre figli: Andre (Trey Byers), Jamal (Jussie Smollett) e Hakeem (Bryshere Y. Gray ).

Gran parte del dramma derivava dall’ex moglie di Lucious Cookie (Taraji P. Henson), liberata dalla prigione, combattendo non solo per gli affari ma per la fedeltà dei loro figli. Henson è diventato immediatamente un personaggio eccezionale, guadagnando un paio di nomination agli Emmy e ai Golden Globe nel 2016.

Tuttavia, se il mix di soap opera e situazioni musicali si è rivelato attraente, questi intrighi erano difficili da mantenere. Le probabilità erano già diminuite drasticamente quando si è verificata la controversia fuori dallo schermo.

Nel gennaio 2019, Smollett ha dichiarato di essere stato aggredito a Chicago, vittima di un crimine di odio descritto. Il suo account, tuttavia, presto interrogato, portando la polizia ad accusarlo di aver organizzato l’attacco – nel presunto tentativo di generare simpatia e vincere un rilancio – e di presentare un falso rapporto.
Le accuse furono successivamente ritirate, ma la nomina del procuratore speciale portò al ritorno della giuria un’accusa per sei motivi correlato all’incidente. Smollett ha continuato a negare le accuse.

Inizialmente i produttori hanno espresso sostegno per l’attore, ma alla fine Smollett è stato rimosso dalla serie. Il suo personaggio, è stato detto agli spettatori, si è trasferito in Europa.

Le probabilità erano già diminuite e scivolate per tutta la stagione mentre la storia di Smollett si svolgeva nei media. La serie ha attualmente una media di 4 milioni di spettatori, tra cui sette giorni di riproduzione ritardata del DVR, perdendo più di un terzo del suo pubblico rispetto allo scorso anno.

In un’intervista con avvoltoio Daniels ha dichiarato a giugno che lo scandalo “ha avuto un ruolo importante” nella decisione di Fox di annullare la serie. Tuttavia, se le valutazioni non fossero già diminuite, la rete sarebbe sicuramente stata più riluttante.

Anche prima di questi eventi, i leader delle reti concorrenti hanno suggerito che “Empire” era una stella cadente, che in termini televisivi è un’analogia appropriata. Perché una volta che la luce si attenua e si inizia a scendere, la gravità è difficile resistere.

La finale di “Empire” sarà trasmessa il 21 aprile alle 21:00 su Fox.

loading...
Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *