Fossa delle Marianne: il figlio di Don Walsh ripete un’immersione storica nell’oceano

Fattore limite DSVCopyright dell’immagine
OCEANIC CALADANNE

Leggenda

Il fattore limitante DSV fa una serie di immersioni nel Challenger Deep

Si diceva che più persone avessero camminato sulla superficie della Luna che si fossero immerse nella parte più profonda degli oceani della Terra. Non più.

Kelly Walsh, figlio del grande esploratore oceanico Don Walsh, è appena sceso in fondo alla fossa delle Marianne, a circa 11 km nel Pacifico.

Si immerse 60 anni dopo che suo padre aveva fatto la storia facendolo.

Ciò significa che Kelly è la dodicesima persona a visitare il terreno nella trincea, lo stesso del numero di camminatori della luna Apollo.

L’immersione di diverse ore di sabato ha visto una profondità di circa 10.925 metri.

Copyright dell’immagine
Larry Mayer / Università del New Hampshire

Leggenda

Challenger Deep (perno rosso) è la parte più profonda della fossa oceanica più profonda della Terra (profondità in metri)

La discesa è stata guidata dal finanziere e avventuriero Victor Vescovo. Il texano conduce una serie di immersioni nel punto più basso della fossa di Mariana, noto come Challenger Deep.

Vescovo ha acquisito una nave di supporto e un sommergibile di livello umano che utilizza per studiare molti dei luoghi più estremi sul fondo dell’oceano.

Tra i passeggeri recenti che sono scesi con lui sul Challenger Deep sono incluse le prime donne a fare il viaggio: l’ex astronauta della NASA Kathy Sullivan e l’alpinista anglo-americana Vanessa O’Brien.

Ma la discesa di Kelly Walsh è particolarmente notevole a causa di suo padre, Don. Il 23 gennaio 1960, l’allora ufficiale della Marina degli Stati Uniti, accompagnato dal cittadino svizzero Jacques Piccard, fece il primo equipaggio tuffarsi sul fondo della fossa oceanica più profonda della Terra usando il batiscafo triestino.

Copyright dell’immagine
NOAA / SPL

Leggenda

Don Walsh (in basso a destra) e Jacques Piccard (in alto a destra) fecero la loro storica immersione nel 1960

È stato un risultato sorprendente data la natura precaria della spedizione. La trincea è così profonda che sarebbe possibile ospitare l’Everest (8.848 m) e avere più di 2 km di acqua sopra la cima. La pressione sul fondo della trincea si schiaccia: circa 100 milioni di pascal, quasi 16.000 libbre per pollice quadrato.

Sessanta anni dopo, la tecnologia moderna significa che Victor Vescovo può effettuare in modo affidabile immersioni ripetute molto sicure, al punto che lui stesso è stato immerso nella sua sommergibile da 12 tonnellate sette volte. Fattore limite per veicoli in alto mare (DSV).

Copyright dell’immagine
@victorlvescovo

Leggenda

Venerdì, Victor Vescovo ha pubblicato questa foto di lui e Kelly Walsh

La biologa marina scozzese Alan Jamieson è una delle 12 persone che si sono tuffate sul fondo della fossa delle Marianne. Andò con il signor Vescovo in un punto leggermente poco profondo (10.700 m) appena ad est di Challenger Deep noto come Sirena Deep.

Commentando l’immersione di Kelly Walsh, ha detto: “È una commemorazione di ciò che ha fatto suo padre. È anche una sorta di dimostrazione che non abbiamo perso questa capacità. La gente spesso chiede perché al momento non sembriamo in grado di andare a La Lune negli anni ’60 e ’70. Allo stesso modo, con l’oceano profondo, Don Walsh è andato in fondo alla fossa delle Marianne, poi per diversi decenni non ci siamo stati. Ma ora stiamo dimostrando che possiamo farlo di nuovo, e lo facciamo molto. “

Il Dr. Jamieson si unisce alla spedizione di Mr. Vescovo. Il fattore limitante DSV dovrebbe essere portato presto alla trincea delle Filippine, che, in termini di profondità a 10.500 m, è solo terza nelle trincee Mariana e Tonga.

Ma è un posto molto importante nella storia dell’esplorazione dell’oceano, ha affermato il dott. Jon Copley dell’Università di Southampton.

Fu lì che la spedizione danese Galathea nel 1951 trascinò gli animali a più di 10 km di distanza. Fu la prima prova che gli animali più alti potevano vivere a più di 10.000 metri, ha detto alla BBC News.

La spedizione di Victor Vescovo può essere seguita il sito oceanico di Caladan. Il Dr. Copley ha una storia di esplorazione dell’oceano sul suo blog.

I 12 che si tuffarono sul pavimento della fossa delle Marianne

  • Jacques Piccard (Svizzera) 1960 (batiscafo Trieste)
  • Don Walsh (Stati Uniti) 1960 (batiscafo Trieste)
  • James Cameron (Canada) 2012 (DeepSea Challenger HOV)
  • Victor Vescovo (Stati Uniti) 2019 (fattore limitante DSV)
  • Patrick Lahey (Canada) 2019 (fattore limitante DSV)
  • Jonathan Strewe (Germania) 2019 (fattore limitante DSV)
  • John Ramsay (Regno Unito) 2019 (fattore limitante DSV)
  • Dr. Alan Jamieson (UK) 2019 (Sirena Deep, 10,7 km di profondità; DSV Limiting Factor)
  • Dr Kathryn Sullivan (Stati Uniti) 7 giugno 2020 (fattore limitante DSV)
  • Vanessa O’Brien (USA / Regno Unito) 11 giugno 2020 (fattore di limitazione DSV)
  • John rost (Stati Uniti) 14 giugno 2020 (fattore limitante DSV)
  • Kelly Walsh (Stati Uniti) 20 giugno 2020 (fattore limitante DSV)

Fonte: Dr. Jon Copley @expeditionlog

Leggenda

Victor Vescovo si tuffò nelle parti più profonde di tutti gli oceani del mondo

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *