Fotografo Peter Beard: omaggio a “artista visionario”

Barba di PietroCopyright dell’immagine
Getty Images

Sir Mick Jagger e Nick Rhodes di Duran Duran sono tra le stelle che hanno reso omaggio al fotografo Peter Beard, morto all’età di 82 anni.

Sir Mick ha definito il suo caro amico un “artista visionario”, mentre Rhodes ha affermato che l’apprezzamento di Beard per “la bellezza e l’arte è stata una fonte d’ispirazione”.

Beard era un fotografo molto influente, noto soprattutto per i suoi audaci scatti naturalistici.

Aveva la demenza e il suo corpo è stato trovato dopo la sua scomparsa il 31 marzo.

Un cacciatore lo ha trovato questo fine settimana in una zona boscosa isolata di un parco statale a Long Island, a est di New York, ha detto la polizia locale.

Copyright dell’immagine
Getty Images

“Abbiamo tutti il ​​cuore spezzato alla conferma della morte del nostro amato Peter”, ha detto la sua famiglia in una dichiarazione.

La carriera di Beard ha attraversato sei decenni e ha portato a un enorme lavoro che combina fotografia, collage e album che riguardano la fauna selvatica e la conservazione, nonché la moda e l’arte.

Era un frequentatore dell’iconico locale notturno Studio 54 e un pilastro del mondo della moda, scoprendo la modella Iman, che ha sposato David Bowie, e fotografando alcuni dei migliori modelli del mondo.

“Uno dei grandi avventurieri della vita”

Sir Mick è andato su Instagram per condividere un ricordo della sua amicizia con il fotografo.

“Triste nel sentire che il mio caro amico Peter Beard è morto, era un artista e fotografo visionario, che non aveva paura di correre rischi”, ha scritto.

“I miei pensieri sono con sua moglie Nejma e sua figlia Zara.”

Il tastierista Rhodes ha dichiarato su Twitter che Beard è stato “uno dei grandi avventurieri della vita”.

Il musicista Nile Rogers ha anche elogiato Beard per essere “un’anima gentile e affascinante di primissimo ordine”.

La rock band Garbage ha chiamato Beard “una creatura favolosa” su Twitter.

Alcune delle sue immagini più famose erano di fauna selvatica africana, e il suo libro di testo e fotografico The End of the Game, pubblicato nel 1965, catturò la distruzione della regione da parte dei colonialisti.

La barba era anche noto per essere un rischio nella ricerca della sua arte. Aveva un pennello con la morte quando fu calpestato da un elefante negli anni ’90, ed era noto per stringere rinoceronti.

La sua vita personale era altrettanto colorata. Aveva una vita amorosa irregolare e molto pubblicizzata, mescolandosi con l’elite delle celebrità.

Copyright dell’immagine
Getty Images

leggenda

Iman si è trasferito in Kenya da adolescente per perseguire una carriera da modella

Tra i suoi molti amici famosi c’erano Lee Radziwill, Candice Bergen, Cheryl Tiegs, Truman Capote, Francis Bacon, Jacqueline Onassis e Andy Warhol.

La sua famiglia disse: “Peter era un uomo straordinario che conduceva una vita eccezionale. Ha vissuto la sua vita al massimo; ha spremuto ogni goccia di ogni giorno.

“Era un esploratore senza paura, invariabilmente generoso, carismatico ed esigente. Peter ha definito cosa significa essere aperti: aperto a nuove idee, nuovi incontri, nuove persone, nuovi modi di vivere e di essere.

“È morto dove abitava: nella natura.”


Seguiteci su Facebook o su Twitter @BBCNewsEnts. Se hai un suggerimento via email

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *