Ftse Mib positivo, banche in evidenza

A metà seduta Borsa Oggi si conferma positivo sulla scia dei nuovi record fissati dai listini statunitensi e dalle indicazioni del PIL tedesco, che nel secondo trimestre è diminuito meno del previsto.

A cavallo del Vecchio Continente, l’eurodollaro 1,18305 (+ 0,37%) mentre i future sul Brent passano di mano a 45,93 $, + 0,6% dal dato precedente.

Borsa Oggi, aggiornamento alle 13: il settore bancario spinge il Ftse Mib

A Milano spicca, spinta, la performance del settore bancario il ritorno dell’ipotesi di una “bad bank” europea: UniCredit per il momento è + 1,54%, BPER 2,05% di sale, Mediobanca 2,25% e Intesa Sanpaolo registra un + 0,72%.

Secondo alcune indiscrezioni, nel Vecchio Continente si comincia a pensare a un sistema condiviso per la pulizia dei bilanci bancari per i prestiti in sofferenza.

A metà della sessione, Ftse Eb aumentato dello 0,89% a 20.292,25 punti, il Cac40 0,74% di anticipo e Dax 0,71%.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

Dopo i nuovi massimi storici segnati ieri, anche Wall Street dovrebbe iniziare la sessione con il segno più oggi.

A due ore e mezza dall’inizio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones ha registrato un + 0,66%, quello su S e P500 è aumentato dello 0,42% e il futuro in Nasdaq 1,17% di sale.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib si conferma sopra i 20.000 punti

A Milano l’indice blue chip, il Ftse Eb, durante il primo scambio della seduta odierna, 25 agosto 2020, è passato di mano a 20.348,80, + 1,17% dal dato precedente.

Segno più anche per Ftse100 (+ 0,97%), Cac40 (+ 1,19%) e Dax (+ 1,17%).

Nel mercato obbligazionario, il diffusione Italia-Germania ha registrato un aumento di un punto percentuale a 145 punti base.

Nel settore energetico Eni inizia con un + 0,72% dopo le voci sul vendita di asset australiani. Offerte vincolanti, tra cui una da Macquarie-Neptune, sono previste entro la fine del mese, secondo i giornali.

A fine settembre, invece, dovrebbe arrivare il via libera alla cessione di mostre deteriorate per oltre 8 miliardi di euro da parte di MPS Bank (+ 2,39%). L’operazione potrebbe creare un file fabbisogno di capitale di circa 1 miliardo di euro.

Mercati azionari asiatici in rosso

Seduto in una cravatta per il dito indice Hang Seng (-0,08%) mentre il TSE China A50 (+ 0,6%) e il Nikkei (+ 1,35%) ha chiuso in territorio positivo.

Denaro anche sull’indice australiano S & P / ASX 200 (+ 0,52%).

Wall Street: indici ancora in rialzo

Ieri il Dow Jones ha ottenuto un + 1,35%, ecco S e P500 chiuso con un giro + 1% e il Nasdaq aumentato dello 0,6%.

Avatar

Tommaso I  Genovese

Tommaso è un'ancora sportiva e corrispondente per Dico News. Nato in Inghilterra e con sede presso la sede di Dico News, copre le principali notizie sportive e gli eventi per Dico News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *