Geoffrey Rush: il quotidiano di Sydney perde l’appello per il pagamento per diffamazione

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

L’anno scorso, Geoffrey Rush ha vinto una diffamazione contro il Daily Telegraph

Un quotidiano australiano ha perso il suo fascino contro un premio di calunnia record all’attore Geoffrey Rush.

Rush ha ricevuto 2,9 milioni di dollari australiani (1,57 milioni di sterline; 1,99 milioni di dollari USA) lo scorso aprile dopo aver vinto la causa contro Nationwide News, un editore di proprietà di Rupert Murdoch.

Il suo giornale, il Sydney Daily Telegraph, aveva pubblicato articoli che accusavano il signor Rush di comportarsi in modo inappropriato nei confronti di un ex co-protagonista teatrale.

L’editore ha perso il ricorso contro la sentenza e l’importo del pagamento.

Gli avvocati di Nationwide News hanno sostenuto che il pagamento – il più grande mai pagato ad una sola persona in Australia – era “palesemente eccessivo”.

Ma tre giudici del tribunale federale hanno ritenuto che la somma fosse “sufficientemente elevata” tenendo conto delle accuse “estremamente serie” e del danno causato alla reputazione del signor Rush.

La storia originale in prima pagina era intitolata “King Leer” e le accuse dettagliate di una produzione King Lear della Sydney Theatre Company del 2015.

Ha affermato che il signor Rush ha agito in modo inappropriato nei confronti di una co-protagonista, rivelando in seguito di essere l’attrice Eryn Jean Norvill.

Il tribunale federale ha concordato con la valutazione iniziale del giudice del processo che la sig.ra Norvill era “soggetta a un’esagerazione” e che la sua testimonianza era “incoerente”.

Nel fare ciò, ha respinto l’argomento dell’editore che la relazione dovrebbe essere protetta dalle procedure di diffamazione perché le accuse erano “sostanzialmente vere”.

Il signor Rush ha ricevuto $ 850.000 per danni generali e aggravati, oltre $ 1 milione per perdite economiche passate, $ 919.678 per perdite economiche future e $ 42.000 A per interessi.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *