GERRY SCOTTY CONTRO LA FAKE NEWS – “Mi fanno morire sempre d’estate...

GERRY SCOTTY CONTRO LA FAKE NEWS – “Mi fanno morire sempre d’estate attorno al mio compleanno”

145 views
0
CONDIVIDI

Gerry Scotti si è scagliato contro la Fake News nell’intervenuto di questa mattina ai microfoni di ECG, il programma radiofonico condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio ed in onda su Radio Cusano Campus. Il noto conduttore ha detto: “Se la gente parla bene di me da vivo, chissà come ne parlerà bene da morto. Non a tutti è capitato, di Totò da vivo non è che ne parlassero benissimo ad esempio. A proposito di questo, tante volte mi hanno fatto morire con le fake news. Sempre d’estate, attorno al mio compleanno, perché fa più figo morire quando è vicino il mio compleanno“.

Ebbene non contenti: “Nell’ultima estate mi hanno fatto morire un paio di volte. Ogni volta mi hanno allungato la vita e anche bene vorrei dire. Qualche volta ci hanno creduto persone a me care e non è bello, io ci rido sopra per esorcizzare la morte ma una volta mio figlio, che era in vacanza in Francia, ci ha creduto, con gli amici che gli giravano attorno chiedendogli come stesse“. Non è stata questa però l’unica volta in cui una notizia falsa ha colpito qualcuno dei parenti o amici di Gerry Scotti perché come da lui raccontato: “un’altra mia cara amica ha rischiato di avere un malore davanti alla notizia falsa della mia morte. Il rischio è che quando uno di noi morirà veramente non ci crederà nessuno e non verranno nemmeno al funerale“.

Gerry Scotty ha poi spiegato il suo rapporto con i fan spiegando come: “In una giornata normale, come quella di ieri, in cui ho preso il treno, sono venuto a Roma, sono andato un po’ in giro, mi avranno chiesto un migliaio di selfie. E’ così. Poi se vai alle cose che ti piacciono capita ancora di più. Io ero un amante della mostra del libro, della mostra del cinema, di andare allo stadio, le ultime volte che sono andato sembravo un prodotto in vendita io. Cerco sempre di essere cordiale, ma se sei in coda che devi pagare una multa, e continuano a chiederti i selfie mentre gli altri ti passano avanti alla fine glielo dici, gli dici oh, fatemi fare quello che devo fare“. Insomma va bene tutto, ma bisogna anche mettere dei limiti e invitare i fan a rispettare i propri impegni.

LASCIA UN COMMENTO