=

Gli Stati Uniti ordinano il congelamento di 60 giorni sui movimenti di truppe d’oltremare a causa della pandemia di coronavirus

Ciò significa che tutti i membri del servizio statunitense all’estero o attualmente previsti per l’implementazione dagli Stati Uniti rimarranno nella loro posizione corrente per i prossimi 60 giorni.

L’ordine di congelamento in atto inciderà su 90.000 schieramenti programmati, comprese le truppe dovute al ritorno a casa e le truppe da schierare all’estero.

Il Pentagono ha confermato l’ordine in una dichiarazione mercoledì sera dopo che la Galileus Web ha annunciato il cambiamento.

“Questo è stato fatto per aiutare a prevenire ulteriormente la diffusione della malattia di coronavirus nel 2019, per proteggere il personale degli Stati Uniti e preservare la prontezza operativa della nostra forza globale”, ha affermato il Dipartimento della Difesa.

Vi saranno diverse eccezioni, anche per le navi da guerra che devono tornare negli Stati Uniti purché rimangano in mare per almeno 14 giorni prima del loro ritorno.

“Il movimento dei pazienti e degli operatori sanitari per le cure mediche per il personale del Dipartimento della Difesa e le loro famiglie” sarà anche esentato, secondo il Pentagono.

Anche le persone che hanno già iniziato a viaggiare saranno esenti.

La decisione significa che le truppe che prestano servizio in luoghi come l’Iraq o l’Afghanistan potrebbero vedere il loro spiegamento esteso di due mesi.

Non è chiaro se il divieto di nuovi schieramenti ostacolerà la capacità dei comandanti di rafforzare le loro forze se ne percepiscono un bisogno.

“Ulteriori eccezioni possono essere fatte caso per caso in cui il viaggio è ritenuto essenziale per la missione, di natura umanitaria o giustificato a causa di difficoltà estreme. Queste eccezioni possono essere approvate dai comandanti combattenti, il presidente dei capi di stato Il maggiore comune, o segretari dei dipartimenti militari “, ha dichiarato la dichiarazione del Pentagono.

Il ministero della difesa ha aggiunto che l’ordine “non dovrebbe influenzare il continuo ritiro delle forze statunitensi dall’Afghanistan, che dovrebbe essere completato entro 135 giorni dall’accordo firmato” con i talebani il mese scorso. , un ritiro che continua nonostante l’inseguimento dei talebani. attacchi.

Il nuovo ordine è solo l’ultimo passo che il Pentagono ha fatto per proteggere le sue truppe e il personale civile dal virus mentre il numero di casi nell’esercito continua ad aumentare. Esper ha aumentato lo status di protezione della salute di tutte le strutture di difesa di tutto il mondo mercoledì in risposta all’epidemia, limitando l’accesso e incoraggiando il telelavoro nel dipartimento della difesa.

Il Pentagono ha affermato che ora c’erano 227 membri del servizio statunitense che si sono dimostrati positivi per il virus oltre a 67 persone a carico, 81 civili del Dipartimento della Difesa e 40 appaltatori della difesa.

Il Pentagono pensa che la pandemia “continuerà a crescere”

Mercoledì scorso, un alto funzionario medico militare degli Stati Uniti ha dichiarato che la modellistica del Pentagono ha mostrato che la pandemia “continuerà a crescere” nelle prossime tre settimane, il più lontano che ha affermato di poter modellare, nonostante i commenti del presidente Donald Trump ha dichiarato di voler “aprire” il Paese a Pasqua.

“Riteniamo che il modo migliore per limitare questa crescita, o per mitigare questa crescita, sia limitare le misure di cui abbiamo parlato”, ha affermato il chirurgo congiunto Brig. Il generale Paul Friedrichs ha detto ai giornalisti al Pentagono mercoledì. “Non credo ci sia molto valore nel speculare in un giorno particolare.”

Esper dice quello dell'esercito può & # 39; soddisfare le esigenze di tutti mentre l'epidemia di coronavirus si intensifica

Friedrichs ha anche avvertito: “Se smettiamo di fare la cosa giusta oggi, perché pensiamo che succederà qualcosa tra quattro settimane, peggioreremo le cose. Ciò che dobbiamo fare è concentrarci su ciò che che possiamo fare individualmente e collettivamente oggi per alleviare questa epidemia “.

“È una storia inquietante quando proviamo a dire che c’è una ragione per cui dovremmo mettere in discussione il consiglio che viene dato, o c’è una ragione per cui dovremmo separare un approccio condiviso ad esso” disse Friedrichs. “Non credo sia importante il giorno in cui le cose iniziano a migliorare. Ciò che conta è ciò che stiamo facendo in questo momento per alleviare questa epidemia”.

Il vertice del Pentagono ha adottato una posizione simile martedì.

“Prevedi circa 90 giorni in base ad alcuni altri paesi. Ciò può o meno valere per gli Stati Uniti”, ha detto il generale Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff, quando gli è stato chiesto per quanto tempo. la crisi potrebbe durare durante un municipio online. Milley ed Esper hanno risposto alle domande dei soldati durante l’evento.

“Se questo è il caso, probabilmente stai guardando qualcosa in questo intervallo a fine maggio, giugno. Forse potrebbe essere fino a luglio.”

Milley era chiaro che “nessuno lo sa davvero” quando la crisi era finita, ma che stavano prendendo in considerazione “una varietà di modelli”.

Questa storia è stata aggiornata con una dichiarazione del Dipartimento della Difesa.

Michael Conte della Galileus Web ha contribuito a questo rapporto.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=