Hachalu Hundessa: una famosa cantante di protesta etiope uccisa a colpi di arma da fuoco

Leggenda

Le canzoni di 34 anni si concentravano sui diritti del suo popolo Oromo

Le proteste sono scoppiate in Etiopia in seguito all’assassinio del musicista Hachalu Hundessa, noto per le sue canzoni politiche.

Due persone sono morte durante le proteste in una città, hanno detto i medici alla BBC.

Le canzoni di Hachalu si concentrarono spesso sui diritti del gruppo etnico Oromo del paese e divennero inni in un’ondata di proteste che portarono alla caduta del precedente primo ministro.

Il 34enne ha dichiarato di aver ricevuto minacce di morte.

Migliaia di suoi fan sono andati all’ospedale di Addis Abeba dove il corpo del cantante è stato rimosso lunedì sera, riferisce Bekele Atoma della BBC Afaan Oromo.

Per loro, era la voce della sua generazione che protestava contro decenni di repressione del governo, ha detto.

La polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere la folla.

I colpi sono stati ascoltati ad Addis Abeba e la gente ha dato fuoco alle gomme.

Nella città orientale di Chiro, due persone sono state uccise durante le proteste, ha riferito un medico dell’ospedale locale alla BBC Afaan Oromo.

In un’altra città – Adama – una persona è rimasta ferita e gli edifici governativi sono stati incendiati.

Internet è stato chiuso anche in alcune parti del paese mentre le proteste si diffondevano nello stato regionale di Oromia.

Il corpo di Hachalu è stato ora portato nella città di Ambo, circa 100 km (62 miglia) a ovest della capitale.

Il primo ministro Abiy Ahmed ha espresso le sue condoglianze, dichiarando in un tweet che l’Etiopia “ha perso una vita preziosa oggi” e ha definito il cantante “meraviglioso”.

Di cosa parlavano le proteste di Oromo?

L’Oromo, il più grande gruppo etnico in Etiopia, si è a lungo lamentato dell’emarginazione politica ed economica.

Le proteste sono scoppiate nel 2016 e sono state esercitate pressioni sul governo.

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Nel 2016 e nel 2017 si è verificata un’ondata di manifestazioni che disprezzavano il governo

Alla fine la coalizione al potere sostituì l’allora Primo Ministro, Hailemariam Desalegn, con il signor Abiy, che è lui stesso Oromo.

Ha introdotto una serie di riforme che hanno trasformato quello che era considerato uno stato molto opprimente.

Ha vinto il premio Nobel per la pace nel 2019 principalmente per aver fatto pace con il nemico di vecchia data Eritrea, ma anche i suoi sforzi per trasformare l’Etiopia sono stati riconosciuti.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *