I corpi si accumulano negli obitori del Ghana mentre le famiglie resistono alle più piccole sepolture dell’era Covid

“Stiamo esaurendo lo spazio”, ha detto il direttore dell’ospedale Dr. Frank Baning alla Galileus Web presso la struttura situata nella parte settentrionale della regione della Grande Accra in Ghana.

Da quando la pandemia di coronavirus ha posto fine a grandi raduni pubblici, i parenti hanno scelto di conservare i cadaveri dei loro cari negli obitori più a lungo del solito fino a quando non possono organizzare un funerale appropriato.

“È stato difficile perché non ci sono molti altri obitori per mantenere i corpi”, ha detto Baning.

“Solo se siamo costretti”

I funerali ghanesi durano generalmente diversi giorni e fino a una settimana in alcune regioni. Queste sono cerimonie profondamente simboliche che coinvolgono migliaia di persone in lutto per celebrare la vita del defunto.

Quindi è stata un’amara pillola da ingoiare per molti, quando la presidente del paese, Nana Akufo-Addo, ha imposto il divieto di grandi manifestazioni.

Ha proposto un’alternativa: eseguire una sepoltura privata con non più di 25 ospiti.

Il Ghana attualmente ha più di 6.486 casi di coronavirus e 31 morti sono stati confermati, secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute. All’inizio di questo mese, Akufo-Addo ha esteso la limitazione alle riunioni pubbliche fino al 31 maggio.
Alcune famiglie hanno preso questa strada, ma nel complesso, molti parenti hanno scelto di aspettare fino alla revoca del divieto prima di seppellire i loro cari.

Chris Awuyah, un professore del Ghana con sede negli Stati Uniti, ha perso suo zio in Ghana per cause naturali a febbraio.

“Più di 2.000 persone avrebbero dovuto partecipare al suo funerale”, ha detto alla Galileus Web. Tutto questo è cambiato quando le restrizioni del governo hanno impedito al funerale di andare avanti come previsto.

“Gran parte del funerale consiste nel riunire le famiglie. Per noi è importante”, ha dichiarato Awuyah, il cui defunto zio di 87 anni Jonas Awuyah era considerato il capo della famiglia.

“Speriamo di poter organizzare un funerale appropriato per lui.”

Riconosce che la sua famiglia non ha ancora raggiunto una conclusione definitiva sull’opportunità di seppellire suo zio in privato o di posticipare la sepoltura a una data successiva. Ma ha lasciato intendere che era pronto ad aspettare il più a lungo possibile fino a quando non fosse stato programmato un funerale appropriato.

“L’unico modo per trattenere [the funeral] privatamente, è se le nostre mani sono legate e siamo costretti. Temiamo che dovremo prendere questa decisione. “

Un rischio per gli operatori sanitari

Nel frattempo, a Pantang, alcuni hanno espresso preoccupazione per il fatto che il numero di corpi nell’obitorio ha creato congestione, mettendo a rischio la salute dei lavoratori in prima linea.

Thomas Awuku ha lavorato all’obitorio di Pantang per 27 anni. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ci sono rischi per coloro che maneggiano cadaveri “se il defunto è infetto [a] malattia altamente infettiva. “

Awuku ha detto alla Galileus Web che l’ospedale ha adottato tutte le misure appropriate per garantire la sicurezza dei suoi lavoratori “e che manterrà i corpi che abbiamo già per le famiglie”.

In Ghana, ciò che fai ti definisce nella vita ... e nella morte
Nonostante lo straripamento di corpi, l’ospedale è riluttante a ricorrere a sepolture di massa perché CHI avverte che può avere effetti psicologici dannosi e “traumatizzare famiglie e comunità”.

Questo è uno dei motivi per cui l’ospedale Pantang lavora con le famiglie per conservare i corpi il più a lungo possibile, afferma Awuku.

Il servizio sanitario del Ghana non ha immediatamente risposto a una richiesta di commento e il ministro della sanità del paese ha rifiutato di commentare quando la Galileus Web lo ha contattato.

Un enorme bilancio

A Gillman e Abbey Funeral Services situati ad Accra, hanno anche visto un aumento del numero di corpi immagazzinati nei loro mortuari.

La conservazione dei cadaveri viene addebitata a una tariffa giornaliera, ma un minor numero di famiglie organizza la rimozione dei resti.

L’amministratore Lawrence Apaloo afferma che la pandemia è stata “completamente negativa per l’azienda”.

“Certo, più lungo è il corpo, maggiore è il conto”, dice. “Ma è imprevedibile quando la famiglia verrà a raccogliere il corpo”.

Gli altri servizi forniti da Gillman e Abbey, come il posizionamento di pallet, il noleggio di carro funebri, la vendita di bare e decorazioni, si sono completamente interrotti, afferma.

“Tutto è in sospeso e nessuno sa quando le cose torneranno alla normalità. Ha avuto un pesante tributo.”

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *