I gatti devono essere tenuti in casa se si è autoisolanti per limitare la diffusione del coronavirus, consigliare i veterinari ai proprietari

La British Veterinary Association ha dichiarato che gli animali “possono agire come fomiti” (oggetti che possono essere contaminati da organismi infettivi) e potrebbero contenere il virus sulla loro pelliccia se vengono coccolati da qualcuno che lo ha contratto.

“Per i proprietari di animali domestici che hanno Covid-19 o che si autoisolano, si consiglia di tenere il gatto in casa, se possibile, durante questo periodo”, ha dichiarato il BVA in una nota. “Il virus potrebbe essere sulla loro pelliccia come su altre superfici, come tavoli e maniglie delle porte.”

Il corpo ha detto, tuttavia, che il suo consiglio principale per i proprietari di animali domestici era di praticare una buona igiene delle mani.

E ha sottolineato che non stava suggerendo che tutti i gatti dovrebbero essere tenuti in casa e che i proprietari dovrebbero farlo “solo se il gatto è felice di essere tenuto in casa”.

I gatti possono ottenere il coronavirus, ma gli esperti dicono che non c'è nulla di cui preoccuparsi
Ci sono stati una manciata di incidenti in cui gli animali si sono dimostrati positivi per Covid-19, incluso una tigre nello zoo del Bronx, ma anche in questi casi, non ci sono prove che gli animali possano trasmettere il virus all’uomo.

“È molto importante che le persone non si facciano prendere dal panico per i loro animali domestici. Non ci sono prove che gli animali possano trasmettere la malattia all’uomo”, ha affermato il BVA. “Dal piccolo numero di casi, sembra che i cani non mostrino sintomi, ma i gatti possono mostrare segni clinici della malattia.”

La più grande preoccupazione è che i proprietari infetti accarezzino i loro gatti, che poi escono di casa e vengono accarezzati o accarezzati da estranei.

La maggior parte dei grandi paesi del mondo ha imposto blocchi o linee guida sulla distanza sociale per limitare la diffusione del virus tra le famiglie, ma molti gatti sono liberi di vagare per le strade intorno alle loro case con i loro proprietari, il che significa che potrebbero entrare in contatto con un numero di persone.

Il BVA ha riconosciuto che “alcuni gatti non possono stare in casa per motivi medici legati allo stress”.

Leoni, tigri e gatti domestici: non otterrai coronavirus felino, affermano gli esperti

Un recente studio condotto dalla Cina, che non è stato ancora sottoposto a revisione paritaria, ha rilevato che i gatti sembravano sensibili a Covid-19 e che i gatti dello studio erano anche in grado di infettarsi a vicenda, sebbene non hanno mostrato segni di malattia.

I furetti sono stati anche in grado di “catturare” il virus, sebbene non sembri dannoso per loro. I cani, d’altra parte, non erano sensibili, secondo questo studio. Il virus è apparso nelle feci di cinque cani, ma non è stato trovato alcun virus infettivo.

Ad ogni modo, gli esperti hanno respinto il suggerimento che le persone possono diffondere il virus ai loro animali domestici e ha invitato i proprietari di animali domestici a non preoccuparsi di accarezzarli.
Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *