I titoli tecnologici statunitensi valgono più di tutti i mercati europei messi insieme

MILANO – Il settore tecnologico statunitense vale più dell’intero mercato azionario europeo. Regno Unito e Svizzera inclusi. La fotografia compare nell’ultimo rapporto di Bank of America: il settore ha raggiunto una capitalizzazione di 9.100 miliardi di dollari, contro gli 8.900 miliardi di tutte le società quotate in Europa. Crescita esponenziale: solo nel 2007, le azioni europee valevano quattro volte di più delle azioni tecnologiche americane.

Non è accaduto tutto dall’oggi al domani, ovviamente, ma l’enorme accelerazione che la pandemia ha dato al settore tecnologico è evidente, portando a stili di vita vincenti posizioni e picchi di prezzo che valgono anni. invece di settimane. Basti pensare che il Nasdaq, l’elenco statunitense in cui si concentrano le aziende tecnologiche, è cresciuto di quasi il 25% negli ultimi tre mesi e del 36% nel semestre.

Del resto Apple da sola vale quanto il PIL italiano e ha livellato l’intera lista della City di Londra in questi giorni: da inizio anno è cresciuta di oltre il 70%, ma la maggior parte la gara si è svolta entro la fine di marzo. Gli effetti collaterali del blocco, la necessità di connessione per funzionare e il desiderio di avere contatti, anche virtuali.

Non solo le aziende, ma anche i fondatori e i manager di questo segmento di società hanno visto le loro fortune aumentare. La notizia è arrivata due giorni fa che il proprietario di Amazon Jeff Bezos ora vale più di 200 miliardi di dollari ed è il primo al mondo a varcare quella soglia. Bill Gates – il principale fondatore di Microsoft – è al secondo posto, con 124,3 miliardi. A completare il podio – secondo il Bloomberg Billionaires Index – Mark Zuckerberg, seguito da Elon Musk, il miliardario visionario di Tesla che vale più di 101 miliardi.

Amazon è stata una delle aziende che ha tratto maggior profitto dall’emergenza sanitaria: lo shopping online è addirittura esploso, inviando scorte a Wall Street. Dall’inizio dell’anno hanno guadagnato l’80%, consentendo a Bezos – che controlla l’11% dell’azienda – di accumulare una ricchezza senza pari e di proiettarla nell’Olimpo degli scrocconi. Musk è l’altro miliardario che ha tratto grandi profitti dal coronavirus: sfidando il virus, la recessione e gli analisti, Tesla ha chiuso quattro trimestri consecutivi di profitto e ha visto la sua capitalizzazione di mercato salire fino a superare addirittura Toyota e diventare regina del mondo. . Un balzo che ha arricchito Musk, in lizza per la cifra record di 2,1 miliardi di dollari.

Avatar

Regina D  Dellucci

Regina D è un'ancora premiata e corrispondente per Dico News. Si reca regolarmente in campo per ancorare e riferire su importanti notizie di attualità tra cui proteste, attacchi terroristici, test sulle armi. Per Dico News, ha anche ospitato spettacoli sulla tecnologia, mentre conduceva interviste approfondite con alcuni dei pensatori più innovativi del mondo. Con sede in Italia da due decenni, Regina mantiene un focus su come gli sviluppi in Italia stanno cambiando radicalmente il mondo per tutti noi. Regina è rimasta impegnata a riferire sul paese. Ha anche contribuito al lancio di On Italy, la prima serie regolare di Dico incentrata sul paese. Nel 2018, Regina ha assegnato il premio Best News o Current Affairs Presenter Awards. È stata anche riconosciuta più volte agli Europian Television Awards e dalla Royal Television Society.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *