Il blocco precedente “avrebbe potuto salvare 36.000 vite” – studio

Copyright dell’immagine
Reuters

Uno studio ha stimato che ci sarebbero stati 36.000 decessi per coronavirus in meno se gli Stati Uniti fossero stati arrestati una settimana prima a marzo.

La ricerca della Columbia University ha anche stimato che circa l’83% dei decessi avrebbe potuto essere evitato se fosse stata intrapresa un’azione due settimane prima.

Suggerisce che 54.000 persone in meno sarebbero morte se le città avessero iniziato a chiudere il 1 ° marzo.

La ricerca non è stata ancora rivista tra pari.

Lo studio copre i dati fino al 3 maggio, quando negli Stati Uniti ci sono stati poco più di 65.300 decessi correlati al coronavirus.

Attualmente ci sono più di 93.400 decessi correlati al coronavirus negli Stati Uniti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

I risultati dello studio indicano che misure più severe imposte in precedenza avrebbero potuto avere un impatto drammatico.

Ha detto che i risultati “sottolineano l’importanza di un intervento precedente e una risposta aggressiva al controllo” del virus.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaSei settimane perse quando gli Stati Uniti non riuscirono a controllare il virus

Il presidente Donald Trump ha invitato i cittadini a limitare i viaggi il 16 marzo, cinque giorni dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’epidemia di coronavirus una pandemia globale.

Alcuni stati hanno quindi iniziato ad applicare i blocchi in tempi diversi, con la California e lo Stato di New York bloccati rispettivamente il 19 marzo e il 22 marzo, mentre la Georgia è diventata uno degli ultimi ad applicare i blocchi. 3 aprile.

Trump è stato criticato per non aver imposto misure più difficili in precedenza e per i tweet che confrontano il coronavirus con l’influenza.

I 50 stati americani si stanno ora muovendo verso la riapertura.

Ciò include il Michigan, dove il governatore Gretchen Whitmer ora consente a un massimo di 10 persone di riunirsi purché si allontanino e indossino maschere.

Il presidente visita una fabbrica di ventilatori Ford nel Michigan giovedì, mentre i nuovi dati sull’occupazione mostrano che la scorsa settimana, 2,4 milioni di americani in più hanno fatto domanda di sussidio spero che alleviare i blocchi aiuterebbe l’economia.

  • Lavoratori americani in cerca di quasi 40 milioni di sussidi di disoccupazione

Le nuove dichiarazioni hanno portato il numero totale di sinistri da metà marzo a circa 38,6 milioni, ovvero circa un quarto della forza lavoro.

Trump dovrebbe vantarsi del surplus di fan mentre cerca di corteggiare gli elettori prima delle elezioni presidenziali del 2020 dello stato del Michigan.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *