Il circolo polare artico vede le temperature più calde di tutti i tempi

Un incendio boschivo nel centro di Yakoutia (Repubblica di Sakha nel giugno 2020Copyright dell’immagine
Yevgeny Sofroneyev

Leggenda

Gli incendi boschivi furono aggravati dalle alte temperature e dai forti venti nell’Artico

Le temperature nel circolo polare artico hanno probabilmente toccato il massimo storico sabato, colpendo 38 ° C a Verkhoyansk, una città siberiana.

Il record deve ancora essere verificato, ma sembra essere stato di 18 ° C superiore alla temperatura media giornaliera massima a giugno.

Il caldo clima estivo non è insolito nel circolo polare artico, ma negli ultimi mesi si sono verificate temperature insolitamente alte.

Si ritiene che l’Artico si stia riscaldando due volte più velocemente della media globale.

Verkhoyansk, che ospita circa 1.300 persone, si trova all’interno del circolo polare artico nella lontana Siberia. Ha un clima estremo con temperature che precipitano a gennaio ad un massimo medio di -42 ° C, per poi aumentare a giugno a 20 ° C.

Ma un’ondata di caldo persistente quest’anno nel Circolo polare artico ha preoccupato i meteorologi. A marzo, aprile e maggio, il servizio Copernicus Climate Change ha riferito che la temperatura media era di circa 10 ° C al di sopra del normale.

All’inizio di giugno, alcune parti della Siberia hanno registrato 30 ° C, mentre a maggio Khatanga in Russia – situata nel circolo polare artico a 72 gradi nord – ha stabilito un nuovo record di temperatura a maggio di 25,4 ° vs.

“I record di temperatura di anno in anno sono stati superati in tutto il mondo, ma l’Artico si sta riscaldando più velocemente che in qualsiasi altra parte della Terra”, ha affermato il Dr. Dann Mitchell, professore associato di scienze atmosferiche l’Università di Bristol. “Non è quindi sorprendente vedere i record infranti in questa regione. Vedremo di più nel prossimo futuro.”


Questa è prova del cambiamento climatico?

Analisi di Simon King, meteorologo della BBC

Le ondate di calore nell’Artico non sono insolite. Le condizioni meteorologiche di tutto il mondo possono allinearsi in modo che l’aria calda sia trasportata abbastanza lontano a nord e aria più fredda dai poli a sud.

Negli ultimi mesi, una vasta area di alta pressione nella Russia orientale ha dominato. Ciò ha portato a venti meridionali a portare aria più calda vicino ai tropici, con conseguenti temperature superiori alla media.

Tuttavia, la persistenza di questo modello meteorologico ha portato a una preoccupante longevità e scala di calore. Ciò è in linea con ciò che i climatologi pensano che accadrà nell’Artico con i cambiamenti climatici.

La maggior parte degli scienziati concorda sul fatto che negli ultimi 30 anni l’Artico si è riscaldato al doppio della media globale.

Il grafico seguente mostra che in tutto il mondo, nel periodo 1960-2019, la temperatura media dell’aria è generalmente aumentata di circa 1 ° C.

Tuttavia, quando ti avvicini al Polo Nord – 90 ° di latitudine – i rossi diventano più scuri. Questo mostra come la temperatura è aumentata qui più che in qualsiasi altro luogo – di circa 4 ° C.

Copyright dell’immagine
NASA-GISS


Perché dovremmo preoccuparci del riscaldamento nell’Artico?

Il riscaldamento nell’Artico sta causando lo scioglimento permanente del permafrost sotto terra.

Ciò preoccupa gli scienziati, perché quando si scongela il permafrost, vengono rilasciati anidride carbonica e metano precedentemente bloccati nel terreno.

Questi gas serra possono causare ulteriore riscaldamento e scongelamento del permafrost, in un circolo vizioso chiamato feedback positivo.

Le temperature più calde sciolgono anche il ghiaccio artico a una velocità maggiore, causando l’innalzamento del livello del mare.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa BBC Steve Rosenberg si reca nella foresta per vedere come i russi combattono gli incendi boschivi

C’è anche un elemento di feedback positivo qui, dice BBC Weather, perché la perdita di ghiaccio bianco altamente riflettente significa che il suolo e il mare assorbono più calore. Questo porta a un maggiore riscaldamento.

Anche l’impatto degli incendi boschivi è una considerazione. L’estate scorsa hanno devastato parti dell’Artico. Sebbene comuni in estate, le alte temperature e i forti venti li hanno resi eccezionalmente severi.

  • L’Artico è in fiamme: quanto è grave?
  • Coronavirus: cinque grafici sul più grande incidente di carbonio

Di solito iniziano all’inizio di maggio prima di raggiungere un picco in luglio e agosto, ma alla fine di aprile di quest’anno erano già dieci volte più grandi nella regione di Krasnoyarsk in Siberia rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, un ha detto il ministro russo dell’emergenza.


L’anno più caldo di tutti i tempi?

Bene, 2020 sicuramente promette di essere un concorrente.

Il Met Office, il servizio meteorologico nazionale del Regno Unito, stima che ci sia una probabilità del 50% che sarà l’anno più caldo mai registrato.

Gran parte del Nord Europa e dell’Asia hanno sperimentato una primavera eccezionalmente mite e l’inizio dell’estate con temperature di 10 ° C superiori al normale in alcune regioni.

L’anno più caldo fino ad oggi è il 2016. È ancora un naso, ma i margini sono “molto vicini”.

Naturalmente, questo non dovrebbe sorprendere.

“Abbiamo sconvolto il bilancio energetico dell’intero pianeta”, avverte il professor Chris Rapley dell’University College di Londra. Anno dopo anno, scopriamo che i record di temperatura sono rotti, afferma l’eminente climatologo.

“È un messaggio di avvertimento della Terra stessa”, mi dice. “Lo ignoriamo a nostro rischio e pericolo.”

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *