Il leader danese di estrema destra Paludan imprigionato per razzismo

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Rasmus Paludan non era in tribunale per ascoltare il verdetto

Rasmus Paludan, leader del partito danese di estrema destra Stram Kurs (Hard Line), è stato condannato a un mese di prigione per una serie di reati, incluso il razzismo.

È stato dichiarato colpevole di aver pubblicato video anti-islam sui social media del suo partito.

Paludan è stato condannato a pena detentiva per razzismo nel 2019 e la corte ha ascoltato ciò che ha influenzato l’ultimo verdetto.

Farà appello alla sua condanna, che comprende una pena detentiva sospesa di due mesi.

Ha dovuto affrontare 14 accuse, tra cui razzismo, diffamazione e guida pericolosa.

Paludan, 38 anni, è stato rimosso dal bar per tre anni e gli è stato proibito di guidare per un anno.

Stram Kurs ha vinto l’1,8% dei voti alle elezioni nazionali del 2019, appena al di sotto della soglia del 2% richiesta per entrare in Parlamento.

Operava su una piattaforma per vietare l’Islam e espellere tutti i musulmani dalla Danimarca. Lo stesso Paludan ha guidato le proteste che hanno comportato l’incendio del Corano nelle aree in cui vivono le minoranze etniche.

Nei video pubblicati online, Paludan ha formulato commenti denigratori sui musulmani, ma ha affermato di non aver realizzato i video da solo. Ha anche sottolineato di sostenere la tradizione danese della libertà di espressione.

Il tribunale lo ha ritenuto colpevole di diffamazione di una donna nata in Somalia durante una manifestazione implicando che fosse una prostituta, secondo i media danesi.

Non era al tribunale della città di Naestved per ascoltare il verdetto.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *