Il nuovo coronavirus può durare fino a tre giorni sulle superfici, secondo uno studio

E può persistere negli aerosol – la sospensione di minuscole particelle o goccioline nell’aria – per tre ore, secondo lo studio.

Lo studio, finanziato dal National Institutes of Health degli Stati Uniti, è stato originariamente pubblicato online la scorsa settimana, ma ulteriori dettagli sono stati pubblicati nella lettera martedì.
In sostanza, lo studio rileva che la stabilità di questo virus SARS-CoV-2, che causa Covid-19, “è simile a quello di SARS-CoV-1 nelle circostanze sperimentali testate”.
SARS-CoV-1 è il virus che ha scatenato una grave sindrome respiratoria acuta (SARS) epidemia nel 2002.

I risultati consentono ai ricercatori di comprendere meglio per quanto tempo il nuovo coronavirus può persistere sulle superfici e nell’aria, sebbene gli scienziati abbiano affermato che sono necessarie ulteriori ricerche.

Alcuni punti salienti dei risultati, secondo la lettera di martedì:

  • Il nuovo coronavirus è stato praticato fino a 72 ore dopo essere stato posizionato su acciaio inossidabile e plastica.
  • Era praticabile fino a quattro ore dopo essere stato posizionato su rame e fino a 24 ore dopo essere stato posizionato su cartone.
  • Negli aerosol, è rimasta valida “per la durata del nostro esperimento” di tre ore.

Lo studio indica che la trasmissione del nuovo coronavirus è possibile per aerosol e materiale, “perché il virus può rimanere vitale e infettivo negli aerosol per ore e su superfici fino a diversi giorni”, hanno scritto i ricercatori.

“Questi risultati fanno eco a quelli con SARS-CoV-1, in cui queste forme di trasmissione erano associate alla” diffusione ospedaliera e agli “eventi di super diffusione”, in cui un caso può innescare dozzine o centinaia di casi, hanno scritto i ricercatori.

I ricercatori stanno ancora indagando

Uno studio separato pubblicato il mese scorso sul Journal of Hospital Infection ha scoperto che i coronavirus umani, come quello che causa la SARS, è stato scoperto che persistono su superfici inanimate – comprese le superfici in metallo, vetro o plastica – per un massimo di nove giorni se tale superficie non è stata disinfettata.
I ricercatori erano interessati perché il virus SARS è il più vicino noto al nuovo virus.

I ricercatori stanno continuando a studiare per quanto tempo il nuovo coronavirus può persistere sulle superfici e persino nell’aria, ha detto l’epidemiologa dottore Maria Van Kerkhove dell’Organizzazione mondiale della sanità, la dott.ssa Maria Van Kerkhove.

“Come sapete, questo è un virus che si diffonde attraverso le goccioline e questi sono piccoli pezzi di liquido”, ha detto Van Kerkhove. “Quando escono da una persona infetta e da un individuo, vanno a una certa distanza e poi si stabiliscono in … in questa situazione, negli istituti sanitari, è molto importante che gli operatori sanitari prendano precauzioni aggiuntive “, come indossare maschere.

Van Kerkhove ha aggiunto che quando si verifica una procedura o un’attività che genera aerosol in una struttura medica, aumenta il rischio che queste particelle di goccioline “rimangano nell’aria un po ‘più a lungo”.

CDC: ecco come disinfettare

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno dichiarato che il nuovo coronavirus si diffonderà principalmente attraverso goccioline respiratorie, come goccioline da tosse o starnuti.

“Potrebbe essere possibile per una persona contrarre COVID-19 toccando una superficie o un oggetto infetto dal virus e quindi toccando la propria bocca, il naso o eventualmente gli occhi, ma questo non sembra essere il principale mezzo utilizzato dal virus si diffonde “, secondo Sito web CDC.
Nelle sue linee guida su disinfettare una casa se qualcuno è malato, il CDC incoraggia la pulizia e la disinfezione di superfici e oggetti frequentemente toccati, come tavoli, banconi, interruttori della luce, maniglie delle porte e maniglie dei mobili.
La pulizia verrebbe effettuata con acqua e sapone e la disinfezione con determinate soluzioni sbiancanti o alcool descritto sul sito web del CDCo disinfettanti approvati dall’EPA.
Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *