Il primo ministro danese annulla il matrimonio per partecipare al vertice dell’UE

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Mette Frederiksen ha annunciato su Instagram di aver posticipato il suo matrimonio

Il primo ministro danese Mette Frederiksen ha rinviato il suo matrimonio per la terza volta per partecipare a un vertice dell’UE.

Il vertice sulle proposte del fondo di recupero Covid-19 si svolgerà dal 17 al 18 luglio. Questo è il primo incontro a cui parteciperanno i leader poiché i paesi hanno imposto blocchi contro i coronavirus.

La signora Frederiksen avrebbe dovuto sposare la sua compagna, Bo Tengberg, il 18 luglio.

Su Facebook ha affermato che dovrebbe “proteggere gli interessi della Danimarca”.

La Danimarca si è opposta al fondo per la sua intenzione di concedere sovvenzioni ai paesi gravemente colpiti dalla crisi.

Danimarca, Svezia, Austria e Paesi Bassi affermano che il fondo proposto per 750 miliardi di euro (676 miliardi di sterline; 840 miliardi di dollari) è troppo grande e insiste affinché alla fine venga rimborsato qualsiasi importo distribuito .

  • I leader europei non sono d’accordo sul programma di salvataggio dei virus
  • Coronavirus: Danimarca in subbuglio con la Cina

La data del vertice, che si terrà a Bruxelles, è stata annunciata nei giorni scorsi.

Scrivendo su Facebook, Frederiksen ha dichiarato: “Sono così ansioso di sposare questo incredibile uomo. Ma ovviamente non dovrebbe essere facile, e ora la riunione del Consiglio a Bruxelles è stata convocata precisamente sabato sabato, quando stavamo organizzando un matrimonio “.

Ha detto che presto si sarebbero sposati e che il suo partner era fortunatamente “molto paziente”.

Un’altra data non è stata ancora annunciata.

Inizialmente la coppia avrebbe dovuto sposarsi nell’estate del 2019, ma loro rinviato il loro matrimonio a causa delle elezioni generali.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *