Il procuratore per Stati Uniti e New York indaga sull’organizzazione Trump per frode

Sono stati svelati alcuni dettagli dell’indagine aperta nel 2019 dalla Procura di New York: secondo le accuse, la società del presidente americano avrebbe gonfiato il valore dei beni per ottenere prestiti. Nel frattempo, come ha rivelato il New York Times, Eric Trump, figlio del magnate, avrebbe rifiutato di consegnare i documenti richiesti e di essere interrogato dagli investigatori.

L’organizzazione Trump lo bloccherebbe indagini sulle frodi lanciato da Letitia James del procuratore generale di New York contro la società di proprietà della famiglia del presidente degli Stati Uniti. Come rivela il New York Times, la società con sede nella famosa Trump Tower, avrebbe gonfiato il valore delle attività per ottenere prestiti. Inoltre, Eric Trump, figlio del presidente Donald, avrebbe rifiutato di consegnare i documenti richiesti e di essere interrogato dagli investigatori. Il procuratore generale ha aperto l’indagine civile nel marzo 2019 dopo che l’ex presidente Trump, l’avvocato Michael D.Cohen, ha detto al Congresso che il magnate ha gonfiato i suoi beni nei bilanci delle banche nel tentativo di ottenere prestiti. Si dice che Trump abbia sottovalutato le sue partecipazioni per tagliare le tasse sulla proprietà.

Eric Trump si rifiuta di testimoniare

approfondimento

Come afferma il New York Times, La Procura Generale dello Stato di New York ha chiesto a un giudice di ordinare a Eric Trump di testimoniare sotto giuramento, allo stesso modo che all’organizzazione Trump verrebbe chiesto di consegnare documenti relativi a quattro proprietà di famiglia su cui lei sta indagando. Il pubblico ministero ha inoltre affermato che la società aveva bloccato le indagini per mesi rifiutandosi di collaborare. Eric Trump, vicepresidente esecutivo dell’azienda, ha annullato la testimonianza giurata davanti all’ufficio del procuratore generale il mese scorso, mentre la scorsa settimana la società ha confermato che la società ei suoi avvocati non sarebbero stati disponibili per sette richieste diverse. documentazione necessaria per proseguire le indagini.

Avatar

Abramo Montalti

"Esperto di viaggi professionale. Risolutore di problemi. Lettore. Cibo maledetto. Difficoltà. Imprenditore. Amante della televisione. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *