Il terremoto in Messico uccide almeno cinque persone, causando il panico

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaAlcuni edifici sono stati danneggiati a Oaxaca

Un potente terremoto ha scosso edifici e ha provocato il panico in sei stati messicani, uccidendo almeno cinque persone.

Molti hanno lavorato da casa perché la capitale, Città del Messico, è chiusa a causa del coronavirus.

Ma il sistema di allarme del governo ha funzionato bene, dando ai residenti il ​​tempo di lasciare le loro case.

Il terremoto di magnitudo 7,4 si è verificato nello stato sud-occidentale di Oaxaca.

Tutti i decessi segnalati provenivano dallo stato sulla costa del Pacifico del paese.

Si verifica a meno di tre anni da un terremoto che ha causato la morte di centinaia di persone e migliaia di senzatetto a Città del Messico.

Copyright dell’immagine
EPA

Leggenda

Pazienti evacuati dagli ospedali

Circa 200 case nella città turistica di La Crucecita sono state danneggiate martedì, ha detto un funzionario locale.

“Abbiamo perso tutto in un istante a beneficio della natura”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters Vicente Romero, proprietario di un negozio di articoli di cartoleria. “Questo è il lavoro delle nostre vite”.

I soccorritori non sono ancora stati in grado di accedere a villaggi remoti che potrebbero essere stati colpiti, sollevando timori che altri avrebbero potuto essere feriti.

Sei ore dopo il terremoto, sono stati registrati più di 400 scosse di assestamento nella regione, la più grande con una magnitudo di 4.6.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *