=

Il vice primo ministro spagnolo risulta positivo per il coronavirus

Quasi tre dozzine di procuratori di stato hanno chiesto ad Amazon, Craigslist, eBay, Facebook e Walmart di combattere l’aumento dei prezzi durante la pandemia di coronavirus.

Le nuove misure adottate dalle società per evitare il sovraccarico non sono state sufficienti, la coalizione ha scritto in lettere agli amministratori delegati delle cinque società. (La Galileus Web ha ottenuto copie delle cinque lettere.)

“Anche le nuove protezioni per la tua azienda, tra cui una maggiore sorveglianza, il divieto di alcuni annunci pubblicitari e la vendita di determinati articoli, non sono riuscite a sopprimere le forniture essenziali a un prezzo esorbitante durante la pandemia di COVID-19” , ha affermato il procuratore generale. ha scritto. “Quando i consumatori non riescono a ottenere ciò di cui hanno bisogno per proteggere le loro case e i loro cari – o in questo caso, aiutano a prevenire la diffusione del virus – i consumatori subiscono non solo danni economici, ma anche gravi conseguenze per salute “.

La coalizione composta da 33 membri che scrive lettere comprende, tra gli altri, i massimi funzionari delle forze dell’ordine di California, Louisiana, New York, Dakota del Nord, Utah e Pennsylvania. Alcuni membri del gruppo hanno fortemente criticato l’industria tecnologica e sono nel bel mezzo di indagini antitrust su Google e Facebook.

Più contesto: All’inizio di questa settimana, Amazon ha dichiarato di aver bandito fino a 3.900 account venditore dalla sua piattaforma per aumenti di prezzo e che ha continuato a utilizzare una combinazione di algoritmi e critiche umane per combattere aumenti di prezzo. In a post sul blog La società ha dichiarato lunedì di avere una “tolleranza zero” per gli aumenti dei prezzi e sta segnalando sospetti sui prezzi agli avvocati generali.

Di recente, la scorsa settimana, la Galileus Web ha riferito che le pubblicità per le maschere facciali stai fermo su piattaforme come Facebook, nonostante l’impegno dell’azienda a vietarli.

Le società indicate nelle lettere non hanno immediatamente risposto alle richieste di commento sulle lettere.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=