Inter, Brozovic furioso al pronto soccorso: arrivano i carabinieri

Dopo che la sua licenza è stata sospesa, il centrocampista dell’Inter ha rischiato ulteriori problemi. Ha richiesto che un amico leggermente ferito fosse visitato prima dei pazienti più seri. Quindi scuse

Sono giorni particolarmente intensi per Marcelo Brozovic. Dopo aver revocato la licenza, per non aver superato il test dell’alcool nel sangue (pochissimo), il centrocampista Nerazzurri ha trascorso una notte difficile all’ospedale San Carlo di Milano, dove anche i medici sono stati costretti a chiedere l’intervento del comando. Ma vediamo cosa è successo.

Furia al pronto soccorso

Secondo le ricostruzioni, Brozo ha fatto esplodere il pronto soccorso dove ha affermato di avere un amico leggermente ferito alla gamba, un croato di 42 anni, in visita davanti agli altri presenti, più serio di lui. Dopo aver cercato di calmarlo, sembrava anche notare un certo stato di ubriachezza, gli operatori sanitari chiamavano i carabinieri. Ma anche il loro arrivo non ha calmato immediatamente l’intervistatore. Fu solo quando i militari gli dissero chiaramente di calmarsi perché il suo comportamento stava diventando eccessivo e avrebbe rischiato conseguenze criminali se avesse continuato, Brozovic venne da solo, chiudendo il caso con sincere scuse ai pazienti. e dottori.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *