Italia-Bosnia 1-1, pagelle: Asuri rallenta, Barela e Deco in Shield

Italia-Bosnia 1-1 (67 ‘Sensei; 58’ Disco)

Donaramma 6 – Incolpando Disco per l’obiettivo, il post di Hodgson non è molto reattivo. Generalmente, non viene mai chiamato straordinario.

Firenze 5.5 – Beccate e attacchi, invece, dovrebbero essere più ragionevoli, ma con minore precisione, alla controparte nella fascia sinistra. Un buon inserimento nel secondo tempo ha meritato più fortuna.

Bonucci 6.5 – La migliore di una difesa, sebbene mai sottoposta ad assedio, offre un po ‘di strisciante.

Azerbaigian 5.5 – Sul campo a controllare il conto. Il derby individuale con la Discoteca dimenticata si perde per 1-0. Per il resto, ammette che non ci sono altre carenze davanti alla Bosnia.

Biragi 6 – Ha la capacità di suggerirsi costantemente, soprattutto nel primo tempo. Niente di straordinario, ma delle belle croci. C’è ancora pochissima sofferenza dietro.

Pellegrini 5.5 – Questo spesso espande la mente prima di non entrare troppo nel gioco. (Dall’86 ‘Kean sv).

Sensi 7 – Ritorna come regista, forse una stagione e mezza dopo la scadenza. In effetti, la cosa migliore che può fare quando trova un posto adatto è raggiungere l’obiettivo di evitare cattive cure.

Barella 6.5 – La rete della marcatura del partner, la migliore per separare gli azzurri. Frequenta ogni pallone, commette piccoli errori e si assume la responsabilità nella fase strategica. Sanjik si alza sopra di lui perché ha meno della metà dei voti, ma ha molti 10cm di cielo.

Chiesa 5.5 – Inizia bene e poi gradualmente si spegne. La posizione non è perfetta e non lo aiuta molto. Alcune buone statistiche, non danneggiano l’equilibrio. (70 ‘da Saniolo 6 – Senza cedere il passo alla dinamica della gara, dà nuovo slancio all’attacco azzurro).

Bellotti 5 – Questo sarà il punto di riferimento per portare la squadra in cima al campo con soli 14 tocchi di palla. E una chiamata e un giallo dal limite dell’area. (73 ‘struttura da 5.5 – Non serve più di una granata, non buca).

Distintivo 6.5 – La gioia della rete nega questo stock. Nonostante sia AC, è il migliore dei tre attaccanti.

Mancini 6 – Alla fine esce con un pareggio, che non sarà molto, ma almeno non sarà un fallimento. La sua Italia è un ricordo di dieci mesi fa e riprende i fili di una conferenza che non è facile continuare. L’impatto sulle gambe gremite dei Blues, però, prova a scioccare ma fallisce.

Sehik 6 – L’Italia non si è sporcata i guanti nel primo tempo. Rispondendo a Firenze, ha detto che non poteva fare nulla per l’obiettivo di Sensei a causa della deviazione di Sunjik.

Sypatic 6 – Ha qualche problema con il primo tempo migliore del secondo, soprattutto con Lorenzo Insine nella prima metà di gara. Il compito diventa più difficile quando il dieci blu inizia ad affondare.

Sanjik 6,5 – Aiutando con la sua struttura fisica, è praticamente imbattuto nello sky game e nella prima metà del secondo tempo è stato l’assist di testa per il gol di Edin Deco. La sfortunata deviazione che porta all’uguaglianza del Sensei è meno della metà dei voti.

Sanicanin 6.5 – Bikaner sceglie l’allenatore giusto della Bosnia Mostra una grande prestazione, le camicie si adattano perfettamente a Sanjik e non lasciano spazio al centro della camicetta.

Colasinac 6 – È uno dei giocatori più esperti a livello internazionale della nazionale bosniaca, controlla bene la propria area di campo e sta doppiando Federico Chisa. Si sente un po ‘stanco alla seconda frazione. (Dal 84 ‘Civico Tutto).

Simerotic 5,5 – Nella fase difensiva, il centrocampista bosniaco è in difficoltà e Nicola Barrela si sposta nella sua area di campo, lasciandogli nemmeno un attimo di permesso. Segui sempre il centrocampista azzurro.

Hadziamatovic 5,5 – Per quasi un’ora di gioco fa quasi tutto bene, piegando davanti alla coppia centrale. Dà molto spazio al Sensei nel pareggio dell’Italia.

Gojak 6 – Si colloca nella posizione di attaccante del centrocampista in possesso, ritirandosi da tre in media. Una grande performance e alcuni buoni posti dove cercare Disco.

Whisky 6 – Va a correnti alternate, ma sa quanto può essere pericoloso quando c’è spazio. Ha buone gambe e tecnica, alcuni cross invitanti da destra. (Dal 86 ‘Milosevic SV.).

Disco 7 – Il suo nome è stato al centro di varie voci di mercato quest’estate, e questa sera mette in mostra tutti i suoi doni. Tornato al gol è praticamente perfetto, gioca quasi come un regista innovativo, mandando in porta i compagni. Quando gli viene data l’opportunità di colpire, di certo non si tirerà indietro.

Hodgson 6,5 – Ready, Go è uno dei più attivi in ​​Bosnia. Deco lo cerca spesso e crea uno spazio interessante. Con l’aiuto del capitano si allontana di un passo dalla porta e il palo è sfortunato. (Bambola 77 ‘Basic SV).

Avatar

Tommaso I  Genovese

Tommaso è un'ancora sportiva e corrispondente per Dico News. Nato in Inghilterra e con sede presso la sede di Dico News, copre le principali notizie sportive e gli eventi per Dico News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *