John Prine: Bruce Springsteen rende omaggio al compianto cantante

John PrineCopyright dell’immagine
Getty Images

Bruce Springsteen ha dichiarato di essere stato “schiacciato dalla perdita” del cantante country americano John Prine.

Il cantautore vincitore del Grammy è morto martedì all’età di 73 anni per complicazioni di Covid-19, ha confermato il suo pubblicista.

Prine è stato all’ospedale di Nashville dalla scorsa settimana con sintomi di coronavirus, con sua moglie e manager, Fiona Whelan Prine, pubblicando aggiornamenti sulle sue condizioni online.

Prine è stata venerata dai suoi coetanei, tra cui Bob Dylan e Johnny Cash.

“John ed io eravamo” New Dylans “insieme nei primi anni ’70 e non è mai stato il ragazzo più simpatico del mondo”, ha twittato The Boss.

“Un vero tesoro nazionale e un cantautore per secoli.”

Prine ha firmato con la Atlantic Records e pubblicato il suo album di debutto omonimo nel 1971 dopo che la cantautrice Kris Kristofferson la vide esibirsi in un club di Chicago.

L’album includeva brani come Angel de Montgomery, Paradise e Sam Stone, che davano istantanee agrodolci alla società americana e alimentavano il movimento contro la guerra.

Dopo aver prestato servizio nell’esercito americano in Germania durante la guerra del Vietnam, Prine tornò a casa a Chicago dove lavorò come postino.

Durante il tour della posta, ha scritto canzoni che lo avrebbero visto emergere, notti di open mic, come un giocatore chiave sulla scena del risveglio popolare della città ventosa negli anni ’70 e diventare uno dei Gli artisti più influenti d’America.

“Ho confrontato la via della posta con una biblioteca senza libri. Hai appena avuto il tempo di zittire e pensare, ed è lì che avrei inventato molte canzoni”, ha detto Prine a Chicago Tribune nel 2010 intervista.

“Se la canzone fosse buona, potrei ricordarla più tardi e scriverla”,

“Belle canzoni”

Parlando a Huffington Post nel 2009, Dylan – che ha suonato con Prine – ha descritto la sua musica come “puro esistenzialismo proustiano”.

“Lo spirito del Midwest viaggia all’ennesima potenza. E scrive bellissime canzoni.”

Robbie Robertson di The Band – che ha supportato Dylan – descrive Prine come “un genio”.

“Il suo lavoro … un faro di chiara luce bianca attraverso i giorni bui”, ha aggiunto l’ex cantante e stella solista dei Led Zeppelin, Robert Plant. “Ci mancherà il suo fascino, il suo umorismo e la sua ironia.”

Ha vinto il suo primo dei quattro Grammy Awards nel 1991 per The Missing Years, che ha vinto il miglior album folk contemporaneo. È una categoria che attraverserà di nuovo nel 2005 per Fair and Square.

“Ci uniamo al mondo in lutto per la scomparsa del riverito paese e cantautore John Prine”, ha dichiarato la Recording Academy in una nota.

“Ampiamente acclamato come uno dei cantautori più influenti della sua generazione, l’impatto di John continuerà a ispirare musicisti per gli anni a venire. Estendiamo le nostre più sentite condoglianze ai suoi cari.”

Prine ha subito un intervento chirurgico per il cancro alla gola nel 2008 – e il cancro ai polmoni nel 2013 – ma ha scherzato sul fatto che ha effettivamente migliorato la sua voce cantante.

“Se riesco a farmi ridere per qualcosa di cui dovrei piangere, va bene”, ha scherzato.

Seguiteci su Facebooko su Twitter @BBCNewsEnts. Se hai un suggerimento via email

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *