La banca venezuelana presenta denuncia d’oro contro la Banca d’Inghilterra

Copyright dell’immagine
EPA

Leggenda

Il coronavirus e il crollo delle entrate petrolifere hanno aumentato la pressione economica sul governo del presidente Maduro

La Banca centrale del Venezuela ha intrapreso un’azione legale per cercare di costringere la Banca d’Inghilterra a liberare 930 milioni di euro ($ 1 miliardo; £ 820 milioni) di oro che detiene.

Il Venezuela, che sta già soffrendo per le sanzioni statunitensi, afferma di voler utilizzare il valore dell’oro per combattere il coronavirus.

La procedura segue una richiesta fatta settimane fa per il trasferimento del valore alle Nazioni Unite.

I documenti legali indicano che la banca vuole che il trasferimento venga effettuato “urgentemente” per acquistare forniture come cibo e medicine.

Ad oggi, il paese ha segnalato 618 casi di coronavirus e 10 decessi.

L’economia del Venezuela è crollata sotto la guida del presidente Nicholas Maduro, la cui leadership non è riconosciuta da dozzine di paesi, tra cui il Regno Unito e gli Stati Uniti.

Milioni di persone hanno lasciato il Paese negli ultimi anni e la carenza di articoli essenziali si è diffusa.

La vendita di riserve auree è diventata un’ancora di salvezza economica per il governo di Maduro, che è soggetto a severe sanzioni internazionali.

La denuncia è stata depositata presso un tribunale di Londra il 14 maggio.

La Banca centrale del Venezuela ha dichiarato di voler trasferire i fondi al Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) per gestire l’acquisto di forniture come attrezzature mediche.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaL’ospedale venezuelano dove c’è a malapena acqua corrente, per non parlare delle droghe

“Con le vite in gioco, ora non è il momento di provare a segnare punti politici”, ha dichiarato Sarosh Zaiwalla, un avvocato di Londra che rappresenta la banca centrale.

Le Nazioni Unite hanno dichiarato alla BBC in una dichiarazione via e-mail solo che era stato contattato dalla banca venezuelana per esplorare tali meccanismi.

La Banca d’Inghilterra, che funge da deposito d’oro per un certo numero di paesi in via di sviluppo, ha rifiutato di commentare quando l’agenzia di stampa Reuters lo ha interrogato sul caso.

Controversie legali sorgono nel timore della capacità dell’invecchiamento del sistema sanitario venezuelano di gestire una grave epidemia di coronavirus.

Il paese è in quarantena da marzo, quando Maduro ha dichiarato lo stato di emergenza.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *