La brutta esperienza di Paul con la Model 3

La brutta esperienza raccontata da Paul Wallace con la Tesla Model 3 genera molte discussioni sui social network. Questa è la versione di YouTuber di Londra.

La brutta esperienza raccontata in un video

Paul riesce il canale SOL, acronimo che significa Supercar di Londra. Da tempo scopre il mondo dell’elettricità, con un interesse particolare per i modelli ad alte prestazioni come la Porsche Taycan e la gamma Tesla. E ora la casa di Elon Musk ha deciso di fargli provare l’auto familiare più venduta per una settimana, modello 3. Una prova iniziata bene, ma finita piuttosto male, perché il titolo dil video di 11 minuti caricato in YouTube (sotto): “Controlla prima di acquistare Tesla Model 3 ″. O: “Controllare prima di acquistare Tesla Model 3“.

La partenza, come dicevamo, era stata delle migliori. Wallace ha segnalato una corsa comoda e tranquilla, dominata da “un senso di innovazione e tecnologia come non avevo mai provato prima “. Anche lui è fuggito una certa eccitazione nel guidare un’auto come nessun altro, in grado di gestire qualsiasi situazione con l’ampia consolle centrale. Con una piccola obiezione: il rumore dei tergicristalli, forse esacerbato dal silenzio assoluto in cui procede l’auto.

—– Leggi anche / Che botto con l’autopilota di una Tesla Model 3!

All’improvviso l’auto fa un arresto di emergenza …

Il problema principale nasce quando Paolo decide di raggiungere il circuito di Donington Park, il fine settimana della Porsche Cup of Great Britain. Il tempo era pessimo con pioggia battente e Wallace dice che ha deciso di farlo non utilizzare l’autopilota, con il pilota automatico. Ma per attivare comunque l’assistenza alla guida TACC, che fa parte dei sistemi di sicurezza frenata di emergenza automatica.

La brutta esperienza
Lo YouTuber londinese Paul Wallace guida (guida a destra) Tesla Model 3

Ad un certo punto dell’autostrada M1, Paul e il suo collega in viaggio con lui riferiscono di aver sentito la cintura di sicurezza stringersi. Questo è stato immediatamente seguito da una frenata di emergenza, che ha preso in pratica inchiodato la macchina in mezzo all’autostrada. Fortunatamente, nessun veicolo è seguito da vicino e l’episodio non ha avuto conseguenze. Cosa ha innescato questa reazione? il YouTuber assicurati che non c’era pericolo in vista e la velocità era alta, ma entro i limiti di questa sezione. Si stava avvicinando un cavalcavia e a causa della scarsa visibilità questo ponte potrebbe essere stato scambiato per un pericolo in arrivo.

SECONDO GLI STATI UNITI La morale della storia, ha detto Wallace, è che la tecnologia è ancora immatura per sostituire gli esseri umani. La Tesla è stata immediatamente restituita, ma il caso non dovrebbe finire qui. Sarebbe necessaria un’indagine da parte di un ente indipendente che, analizzando il software di bordo, faccia luce su quanto accaduto, nell’interesse di tutti. la brutta esperienzaSiamo pronti ad accettare milioni di incidenti causati da esseri umani, ma non accettiamo che gli stessi incidenti abbiano come protagonista l’intelligenza artificiale di cui sono dotate le auto. Ma il progresso non si ferma: va analizzato e studiato, non rifiutato a priori, per capire quali sono le novità buone e quelle cattive.

Avatar

Tommaso I  Genovese

Tommaso è un'ancora sportiva e corrispondente per Dico News. Nato in Inghilterra e con sede presso la sede di Dico News, copre le principali notizie sportive e gli eventi per Dico News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *