La Cina propone controverse leggi sulla sicurezza a Hong Kong

Copyright dell’immagine
AFP

Leggenda

Gli scontri nella legislatura di Hong Kong di lunedì mostrano continui disordini politici

La Cina propone di introdurre una nuova legge sulla sicurezza a Hong Kong che potrebbe vietare la sedizione, la secessione e il tradimento.

La mossa susciterà probabilmente una forte opposizione a livello internazionale e ad Hong Kong, che lo scorso anno ha vissuto mesi di proteste democratiche.

Il Congresso popolare nazionale cinese, la cui Assemblea legislativa è stata rinviata, discuterà della questione quando aprirà venerdì.

La mini-costituzione di Hong Kong richiede che approvi tale legge, ma non lo ha fatto nel mezzo di una diffusa opposizione.

La cosiddetta Legge fondamentale è stata introdotta quando il Regno Unito ha restituito la sovranità di Hong Kong alla Cina nel 1997 e prevede alcune libertà non disponibili nel continente.

  • Hong Kong: che cos’è la Legge fondamentale e come funziona?
  • Di cosa parlavano le proteste di Hong Kong nel 2019?

Il dollaro di Hong Kong è calato bruscamente giovedì in previsione dell’annuncio.

Cosa farà l’NPC?

La questione è stata inserita nell’agenda dell’AFN con il titolo di Sistema giuridico e meccanismo di attuazione di Hong Kong. L’apertura dell’NPC è stata ritardata a causa dell’epidemia di coronavirus.

Un portavoce dell’AFN ha detto giovedì che la Cina sta valutando di migliorare la politica “un paese, due sistemi” osservata da Hong Kong.

Zhang Yesui ha dichiarato: “La sicurezza nazionale è il fondamento della stabilità del paese. La salvaguardia della sicurezza nazionale serve l’interesse fondamentale di tutti i cinesi, compresi i nostri connazionali a Hong Kong”.

Pechino ha sempre avuto il potere di trasporre la legge sulla sicurezza nazionale nella legge di base di Hong Kong, ma finora si è astenuto dal farlo.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa BBC Helier Cheung sulle proteste di Hong Kong nel 2019

Ma Hong Kong è diretta alle elezioni per la propria legislatura a settembre, e se si ripetesse il successo dell’anno scorso per i partiti a favore della democrazia nelle elezioni distrettuali, i progetti di legge potrebbero essere bloccati.

Una fonte continentale ha riferito al South China Morning Post che Pechino ha deciso che Hong Kong non sarà in grado di approvare la propria legge sulla sicurezza e che l’AFN dovrebbe assumersene la responsabilità.

Il governo di Hong Kong ha tentato di emanare la cosiddetta “legge di sedizione” nel 2003, ma oltre 500.000 persone sono scese in strada e sono state abbandonate.

  • Profilo: Carrie Lam, direttore generale di Hong Kong

La Cina ha la possibilità di imporla all’allegato III della Legge fondamentale, che copre le leggi nazionali che devono essere osservate a Hong Kong.

La legge scatenerà proteste?

È quasi certo farlo, a Hong Kong e all’estero.

I legislatori pro-democrazia di Hong Kong sono stati trascinati fuori di casa lunedì per una disputa su un disegno di legge dell’inno nazionale cinese che avrebbe criminalizzato la non conformità inno.

L’incidente ha mostrato che le tensioni politiche che erano diminuite nel mezzo dell’epidemia di coronavirus stavano riemergendo.

Gli attivisti democratici credono che Pechino stia erodendo le libertà di Hong Kong.

Milioni di persone sono scese in strada per sette mesi l’anno scorso in manifestazioni che sono iniziate pacificamente ma poi si sono intensificate in violenti scontri.

Le proteste inizialmente riguardavano un altro disegno di legge controverso che autorizzava estradizioni nel continente. In seguito fu abbandonato.

La decisione della Cina arriva anche quando gli Stati Uniti prevedono di estendere o meno i privilegi commerciali e di investimento preferenziali di Hong Kong. Deve decidere entro la fine del mese. Mercoledì il Segretario di Stato Mike Pompeo ha espresso preoccupazione per l’autonomia di Hong Kong.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaPerché i fan di Hong Kong fischiano il loro inno? (Video 2015)
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *