La comunità scrabble medita sul divieto di insulti razziali e omofobi

Leggenda

Giovedì si svolgerà una votazione per stabilire se sarà vietato il linguaggio offensivo

I leader della comunità dei tornei nordamericani Scrabble stanno votando se vietare l’uso di insulti razziali e omofobi.

Il voto deciderà se le parole saranno rimosse dalla lista accettata della North American Scrabble Players Association (NASPA).

La NASPA gestisce tornei e club agonistici nordamericani competitivi.

La decisione è dovuta dopo settimane di proteste contro il razzismo negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

Hasbro, proprietario dei diritti di Scrabble in Nord America, martedì ha dichiarato al New York Times che la NASPA aveva “ha accettato di rimuovere tutti gli insulti dal loro elenco di parole per il torneo Scrabble, che è gestito esclusivamente dalla NASPA e disponibile solo per i membri. “

Hasbro non autorizza insulti nel suo dizionario dal 1994. Tuttavia, l’associazione li ha sempre autorizzati.

  • Va bene usare OK, i decreti American Scrabble
  • I fan di Scrabble criticano la nuova app “Sparkling Abomination”

Il comitato consultivo della NASPA dovrebbe votare giovedì. La rimozione di parole dal loro elenco di vocaboli potrebbe influire sulle versioni online del gioco. elenca le parole delle licenze agli sviluppatori di software, secondo Mashable.

Rivolgendosi ai membri in una lettera, Il CEO della NASPA John Chew ha dichiarato: “Quando giochiamo un legame, dichiariamo che il nostro desiderio di segnare in un gioco di parole è più importante per noi della più ampia funzione del legame in come mezzo per opprimere un gruppo di persone.

“Non credo sia il momento di contribuire in modo divergente ai problemi del mondo.

Chew ha detto all’agenzia di stampa Reuters che temeva che le persone sarebbero state unite dall’associazione a causa di un linguaggio offensivo nel dizionario dell’associazione.

Circa 1.000 persone hanno partecipato al sondaggio dell’associazione sull’opportunità di eliminare le parole, ha detto.

Il sondaggio ha chiesto agli intervistati se volevano la “parola-N”, o tutti gli insulti, o tutte le parole offensive rimosse dal vocabolario dell’associazione.

Masticare ha detto che i membri sono stati divisi sulla rimozione della “N-word” e il pubblico era a favore della rimozione.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCome Scrabble è diventata un’idea da un milione di dollari
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *