La frana della miniera di giada del Myanmar lascia decine di morti

Leggenda

Molte persone si radunano nei siti minerari per scavare tra le macerie per la giada. Immagine del file

Almeno 50 persone sono state uccise in una frana in una miniera di giada nel nord del Myanmar, hanno detto i funzionari.

È stato riferito che nel sito nell’area di Hpakant nello stato di Kachin potrebbero essere sepolte più persone.

Un’ondata di fango innescata dalla forte pioggia ha inghiottito quelli che raccoglievano le pietre, hanno detto i vigili del fuoco.

Il Myanmar è la più grande fonte di giada al mondo, ma le sue miniere hanno subito molti incidenti, molti dei quali coinvolgono persone che raccolgono pietre.

I vigili del fuoco del paese hanno dichiarato in un articolo di Facebook: “Ora un totale di 50 cadaveri. Stiamo ancora lavorando al processo di salvataggio”.

Ha aggiunto: “I minatori di giada sono stati soffocati da un’ondata di fango, che ha colpito dopo una forte pioggia”.

Non è chiaro chi sia stato colpito dall’incidente. Centinaia di persone si radunano nelle miniere per setacciare le macerie gettate dai camion, sperando di trovare pietre di giada.

Le macerie creano grandi pendenze che possono essere pericolose.

Solo nell’ultimo anno, oltre 100 persone sono morte nei siti minerari.

Si stima che il commercio di giada del Myanmar valga oltre 30 miliardi di dollari (£ 24 miliardi) all’anno. Hpakant è il sito della più grande miniera di giada del mondo.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa micidiale “corsa di giada” in Myanmar
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *