La statua di Theodore Roosevelt sarà rimossa dal New York Museum

Statua di Theodore Roosevelt a New YorkCopyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Non è stato annunciato cosa accadrà alla statua

Una statua in bronzo dell’ex presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt deve essere rimossa nel mezzo di una reazione in corso contro i simboli del pregiudizio razziale e dell’imperialismo.

La statua fuori dall’American Museum of Natural History di New York mostra Roosevelt a cavallo affiancato da un indiano americano e un africano.

Un pronipote del presidente accettò l’impeachment, dicendo che non rifletteva l’eredità di Roosevelt.

Ma il presidente Donald Trump ha twittato: “Ridicolo, non farlo!”

C’è stato un acceso dibattito negli Stati Uniti sulla rilevanza di alcune statue e commemorazioni dalla morte in custodia dell’afroamericano George Floyd.

I simboli legati alla Confederazione americana, che sosteneva la schiavitù, e l’acquisizione imperiale, come Cristoforo Colombo, furono particolarmente presi di mira negli Stati Uniti.

Ma la campagna anti-statua, derivante dal movimento Black Lives Matter, si è diffusa in tutto il mondo, con monumenti presi di mira in un certo numero di paesi.

Cosa c’è dietro la decisione del museo?

La statua è stata fuori dall’entrata Central Park West al museo dal 1940.

Il sindaco Bill de Blasio ha dichiarato domenica: “Il museo ha chiesto di rimuovere la statua di Theodore Roosevelt perché descrive esplicitamente neri e nativi come sottomessi e di razza inferiore”.

Ha detto di appoggiare la decisione, aggiungendo che era “il momento giusto per rimuovere questa statua problematica”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaI dimostranti in tutta l’America hanno ribaltato le statue associate alla schiavitù

Il presidente del museo Ellen Futter ha affermato che il mondo si è concentrato sulle “statue come simboli potenti e dannosi del razzismo sistemico”.

Ha detto che la decisione era basata sulla composizione della statua e non su Roosevelt, che il museo avrebbe continuato a onorare.

Un pronipote dell’ex presidente Theodore Roosevelt IV disse al New York Times: “La composizione della statua equestre non riflette l’eredità di Theodore Roosevelt. È tempo di spostare la statua e vai avanti.”

Gli attivisti contrari ai simboli dell’espansione coloniale e della discriminazione razziale vogliono che la statua venga rimossa per molti anni.

Il presidente Trump non è d’accordo, twittando la sua opposizione lunedì mattina:

Ad una manifestazione della scorsa settimana, il presidente ha condannato “la folla disturbata sulla sinistra che cerca di vandalizzare la nostra storia, per profanare i nostri monumenti”.

Non è stato ancora annunciato cosa accadrà alla statua.

Chi era Theodore Roosevelt?

Il repubblicano fu uno dei presidenti più sgargianti e commemorativi del paese, servendo due termini dal 1901 al 1909, ed è spesso classificato tra i primi cinque in termini di successo.

Ma non c’è dubbio che la sua eredità sia complessa – un uomo che è stato ampiamente elogiato per le proposte che hanno portato a uno stato sociale, pur avendo un motivo profondamente preoccupante per l’eugenetica.

“Teddy”, come viene chiamato, è una delle quattro facce del famoso monumento del Monte Rushmore, dove si unisce ad Abraham Lincoln, Thomas Jefferson e George Washington.

Leggenda

Roosevelt si incastrò i baffi tra Jefferson e Lincoln

Le eredità di Jefferson e Washington, entrambi proprietari di schiavi, sono state fortemente messe alla prova nella recente campagna anti-razzismo e persino la posizione di Lincoln sulla schiavitù è considerata complicata.

Roosevelt è stato un cacciatore prodigioso da molto tempo, ma ha anche riconosciuto con forza la necessità di conservazione e in effetti è venuto a simboleggiare la nascita del movimento.

Fu anche un grande sostenitore dell’espansione del potere americano all’estero, con forti politiche interventiste.

Con citazioni memorabili come “parla piano e porta un grosso bastone”, forse non era sorprendente che avesse un ruolo da protagonista nel film Night at the Museum, nelle mani di Robin Williams.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCosa facciamo con i simboli britannici della schiavitù?
Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *