=

La videoconferenza del G20 ha riunito i leader mondiali per affrontare il coronavirus

Come la maggior parte dei cittadini ha fatto nell’era dell’isolamento personale, i leader del G20 si sono incontrati per video. Le foto della sessione hanno mostrato i leader raggianti nella sessione dal loro ufficio o casa.

Il presidente Donald Trump ha partecipato alla Stanza della situazione della Casa Bianca, con il suo sigillo presidenziale sullo sfondo. Altri leader, incluso il presidente cinese Xi Jinping, apparvero dai loro uffici.

Il primo ministro Justin Trudeau, che si auto-mette in quarantena dopo che sua moglie è risultata positiva al coronavirus, è apparso da casa sua.

Il vertice distaccato – che ha vietato le flessioni, i gruppi privati ​​e i sussurri silenziosi che tipicamente colorano il raduno annuale del G20 – ha illustrato solo i momenti incerti e insoliti in cui i leader presiedono.

E sembrava catturare le domande persistenti sul fatto che un mondo fratturato geopoliticamente sarebbe in grado di far fronte a un virus che non rispetta i confini e i governi che li applicano.

Aprendo l’incontro, l’invecchiamento del re saudita Salman – presidente del G20 di quest’anno – ha affermato che “la crisi umana richiede una risposta globale. Il mondo conta su di noi per unirci e cooperare per affrontare questa sfida”.

Trump ha twittato che avrebbe discusso della chiamata per 17 ore. Conferenza stampa E la Casa Bianca. L’appello era in corso quando il governo federale ha diffuso dati che dimostrano che le richieste di sussidi di disoccupazione sono salite a 3,28 milioni destagionalizzati nella settimana terminata il 21 marzo, il più alto della storia.

I leader mondiali si aspettano una nuova crisi economica con l’accelerazione della pandemia di coronavirus, inclusa la possibilità di una recessione globale.

In una dichiarazione congiunta rilasciata dopo l’appello, i paesi del G20 hanno dichiarato di essere determinati a fare tutto il necessario per superare la pandemia e non risparmieranno alcuno sforzo per proteggere la vita, salvare il lavoro delle persone e preservare stabilità finanziaria.

La dichiarazione non descriveva alcuna azione nuova o specifica che il G20 stava intraprendendo, ma diceva che i leader erano pronti “a reagire rapidamente e intraprendere qualsiasi altra azione che potesse essere necessaria”.

A parte la dichiarazione congiunta, ci sono conflitti globali persistenti che potrebbero impedire al collettivo un coordinamento efficace per combattere il virus. Le due maggiori economie del gruppo, gli Stati Uniti e la Cina, sono state coinvolte in un gioco di colpa sulle origini della crisi.

Mercoledì scorso, il Dipartimento di Stato americano ha fatto pressioni per includere la frase “virus Wuhan” in una dichiarazione congiunta con altri membri del gruppo dei sette a seguito di una riunione dei ministri degli Esteri. Le aperture sono state respinte da altri membri, con conseguente dichiarazione separata e divisione all’interno del gruppo.
Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=