Lancio di Space X: perché stiamo spingendo gli umani nello spazio, anche nel mezzo di una pandemia (opinione)

Sembra ai vecchi tempi. Tempi molto vecchi. Come a metà degli anni ’60, quando il Progetto Gemini, i due passeggeri si intromettono tra i pionieristici voli da solista del progetto Mercury e le missioni periodiche a tre del progetto Apollo, mirate alla luna.

Benhken e Hurley, veterani della National Aeronautics and Space Administration – questa è la NASA per te – che hai già completato le missioni della navetta, faranno il loro primo viaggio a bordo della navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX, che viene spinta in orbita da la compagnia aerospaziale Falcon 9 utilizzabile e spedita a razzo. Giovedì attraccheranno alla Stazione Spaziale Internazionale per un soggiorno indefinito con l’astronauta della NASA Chris Cassidy e i cosmonauti russi Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner.

Il fatto che questa società sia sovvenzionata da società commerciali, in particolare una società fondata e presieduta dal miliardario Elon Musk, attivista per i viaggi nello spazio, rende questa missione Crew Dragon una missione storica, un passo in una seconda era spaziale in cui il La NASA consente ai bucanieri lungimiranti come Musk di offrire avventure che un tempo erano l’unica provincia del governo degli Stati Uniti.

Eppure non si può fare a meno di notare che questo momento senza precedenti nella storia americana sta avvenendo nel mezzo di una pandemia globale in cui milioni di persone sono morte e altri milioni sono disoccupati e senzatetto. sul posto.

Questa collisione un po ‘discordante delle circostanze genererà probabilmente domande da cittadini ansiosi o in lutto sia alla NASA che a Musk secondo: Ci sediamo per mano e moriamo letteralmente quando c’è un vaccino o una cura per Covid- 19 e scegli ora – ora – di mettere in scena questo piano brillante e rumoroso al buio in televisione? Dove sono le priorità qui?

Dubito che tali domande siano perfino educate. E non saranno rassicurati dalla certezza di tutte le parti interessate che questi piani erano in vigore molto prima che il coronavirus fosse scoperto per la prima volta quattro mesi fa. O che sono i soldi di Musk e non i soldi dei contribuenti che sono maggiormente in gioco in questa impresa.

Pensa, se puoi, agli anni 1965 e 1966, quando il Progetto Gemini sembrava licenziare i suoi equipaggi di due uomini per missioni di più giorni ogni due mesi e renderli vivi ogni volta. Sono arrivati ​​in un decennio, un momento in cui la nazione sembrava più a suo agio e incoraggiata a correre grandi possibilità in tutte le aree della vita, sia nei cieli che nelle strade.

Non siamo più così ricchi o, certamente, ottimisti sull’inclusione dei viaggi nello spazio umano nel nostro inventario di preoccupazioni nazionali, anche se vale la pena ricordare che c’erano americani che avevano domande su quella volta, specialmente dopo il mortale incendio di Apollo 1 nel 1967. quasi immediatamente dopo che Gemelli completò la sua missione finale, se battere l’Unione Sovietica sulla luna fosse abbastanza grande da investire miliardi di dollari.

Eppure, nel mezzo secolo da quando Apollo 11 ha raggiunto l’obiettivo fissato dal presidente John F. Kennedy (“sbarca un uomo sulla luna e riportalo in salvo sulla Terra”), le nuove generazioni Gli americani hanno considerato l’atterraggio lunare ancora più straordinario e stimolante in modo retroattivo.

Potrebbe essere una semplice nostalgia che porterà le persone alle loro schermate di visualizzazione mercoledì (o sabato se il lancio è posticipato). Ma riteniamo anche che potrebbe essere creato qualcosa di primitivo. Debole istinto di fiducia nelle possibilità scientifiche, così che invece di chiedere “Perché lo stiamo facendo?”, Chiediamo: “Bene, se possiamo ancora farlo, allora perché non possiamo curarlo malattia che uccide la nostra gente e il nostro tesoro? ”

Qualcuno ha un’idea migliore?

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

One thought on “Lancio di Space X: perché stiamo spingendo gli umani nello spazio, anche nel mezzo di una pandemia (opinione)

  1. Nicely done and written.
    I’ve onbly jst begun writing myself just recently and notice that many blogs merely rehash
    old content but add very little of value. It’s
    ood to see a helpful write-up of some real value to your readers.

    It’s going on the list of creteria I need to emulate being a
    new blogger. Reader engagement andd material value are
    king.
    Many awesome suggestions; you’ve certainly mase it on my list of people
    to follow!

    Keep up the terrific work!
    All the best,
    Nichole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *