L’Arizona colpita dal coronavirus rinuncia alla riapertura

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Domenica l’Arizona ha stabilito un record di 3.858 nuovi casi di coronavirus

L’Arizona ha bruscamente invertito il percorso di riapertura della sua economia mentre i casi di coronavirus sono saliti alle stelle in tutto il paese.

Il governatore dello stato ha ordinato la chiusura di bar, discoteche, palestre, cinema e parchi acquatici.

La Florida e il Texas si sono anche voltati per allentare le restrizioni mentre l’intera regione della cintura solare degli Stati Uniti diventa un nuovo epicentro virale.

Almeno 16 stati negli Stati Uniti hanno sospeso o cancellato le loro riaperture mentre il loro numero di infezioni sale.

Alcune giurisdizioni stanno chiudendo per l’imminente fine settimana del Giorno dell’Indipendenza, quando spiagge e bar affollati potrebbero alimentare nuove epidemie.

La direttiva del governatore Doug Ducey – che si applicherà almeno fino al 27 luglio – proibisce anche riunioni di oltre 50 persone in Arizona.

L’ordine arrivò un giorno dopo che lo stato stabilì un record di un giorno per i nuovi casi di 3.858 coronavirus.

“Prevediamo che i nostri numeri peggioreranno la prossima settimana”, ha dichiarato il governatore Ducey, repubblicano, durante un briefing con la stampa.

“Non ritorneremo presto alla normalità.”

Gli ordini di soggiorno in Arizona sono stati revocati a metà maggio secondo i criteri stabiliti dalla Casa Bianca, consentendo alle imprese di riaprire.

Quali misure vengono prese altrove?

I governatori repubblicani del Texas e della Florida hanno ridotto la riapertura venerdì scorso quando hanno chiuso le sbarre e imposto altre restrizioni quando il loro numero di casi di virus ha raggiunto livelli record.

Lunedì, Kansas e Oregon si sono uniti a un numero crescente di stati americani che richiedono a tutti di indossare maschere in pubblico.

Il New Jersey ha annunciato lunedì che avrebbe ritardato il riavvio dei pasti in casa perché le persone hanno infranto le linee guida sul distanziamento sociale e non hanno indossato maschere.

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Il governatore dell’Arizona ordina la chiusura di bar, discoteche, palestre, cinema e parchi acquatici

La città di Jacksonville, in Florida, dove il presidente Donald Trump che evita le maschere prevede di accettare la nomination repubblicana ad agosto, ha annunciato lunedì che il rivestimento del viso dovrebbe essere indossato al chiuso.

La contea di Los Angeles – la contea più popolosa della California, che recentemente ha visto un forte picco di casi di virus – ha vietato tutti i fuochi d’artificio per il fine settimana del 4 luglio e ha detto che avrebbe chiuso il spiagge.

Nel frattempo, New York – ex epicentro statunitense del virus – ha annunciato il numero più basso di ricoveri e decessi dall’inizio della pandemia.

“Ricordi in un momento in cui avevamo 800 morti al giorno”, ha dichiarato il Governatore di New York Andrew Cuomo. “Oggi ne abbiamo otto.”

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *