Laura Pausini e le nozze d’oro dei suoi genitori: “Mamma e papà, 50 anni sposati. Una lezione per noi “

Due figlie, tre nipoti e un bacio. L’algebra dei sentimenti della famiglia Pausini porta i nomi di Laura e Silvia, le due figlie, Cecilia, Matteo e Paola, i tre nipoti, e quel bacio che Gianna e Fabrizio si scambiarono il 14 marzo di cinquant’anni fa. anni, davanti a quattro piani color crema, lei con un cappello di Holly Hobbie, lui con gambe grosse e ben allineate che arrivava dritto dal secolo scorso. “Da quel bacio è nata una storia meravigliosa. Siete opposti e siete perfetti. Complici. Siamo nati e cresciuti in un equilibrio sognante e tra ringhi nascosti da un sorriso. Non potremmo chiedere di più. Siamo così orgogliosi di essere le vostre figlie … Siete un bellissimo esempio per noi ”. Così scriveva la figlia maggiore Laura il 14 marzo dello scorso anno su Instagram, Seventy Million Records Sold Worldwide, 225 Platinum, un Grammy Award e quattro Latin Grammy Awards, quel giorno nel ruolo di Girl. e basta, rimpiangendo di dover rimandare la festa: “I vestiti sono pronti, l’amore ancora di più … Tra poco festeggeremo la vostra vita insieme e non vediamo l’ora!”

Festa della domenica

Promessa mantenuta domenica. Dopo cinque mesi e nove giorni, Gianna e Fabrizio hanno ricevuto gli onori che Laura e Silvia avevano immaginato per loro. Una cerimonia di matrimonio in una cappella privata nelle campagne di Faenza e una serata di ricevimento sotto le stelle, nel giardino di una villa. Don Tiziano (Zoli), parroco di Solarolo, ma soprattutto amico di famiglia, ha officiato la messa durante la quale gli sposi hanno rinnovato le promesse (“Senza dire niente, nel cuore, perché l’emozione è tanta .. . “, esortava il sacerdote), mentre suonava un violinoAve Maria Schubert allo scambio degli anelli. Cecilia e Paola, le due cugine, hanno lanciato i petali ai piedi della coppia. Maschere bianche personalizzate, foto di gruppo con trentatré persone – nipoti, fratelli e amici più cari – escluso il fotografo Gianluca Camporesi. Quattro ore con Ray Charles, Elvis Presley, Charles Aznavour, The Platters e Michael Bublé in sottofondo (ma nella playlist i genitori hanno richiesto anche le canzoni della figlia Senza di te, Due amanti come noi e Volevo dirti che ti amo in versione spagnola).

Condividi su Instagram

È stata Laura, una volta fatto, a condividere la gioia del traguardo con i suoi tre milioni e duecentomila seguaci, in italiano e spagnolo. “Ieri sera (domenica, ndr), con un ritardo di 5 mesi rispetto alla data iniziale posticipata per Covid, i miei genitori hanno festeggiato 50 anni di matrimonio risposandosi. Nonostante le maschere e le poche persone invitate, è stata una festa bellissima, che io e mia sorella Silvia abbiamo studiato per renderla indimenticabile per loro. Gianna e Fabrizio: i loro nomi si sono uniti il ​​14 marzo 1970 … che gioia vederli così 50 anni dopo! “. Ha anche girato i cortometraggi rilanciati in Instagram Stories, uno con il “padre” che “si diletta di nuovo” con la madre. E poi ci sono le foto della messa, con la signora Gianna emozionata in Giorgio Armani (come il resto della famiglia), il velo in testa e il volto illuminato di chi non è sfuggito al tempo, e il marito in un vestito blu e una maglietta, che era più sicura.

“Una lezione per noi”

Ma Laura aveva anticipato che i personaggi erano opposti: lei era un insegnante, lui era un musicista, passavano la loro vita costruendo giorno dopo giorno un equilibrio precario e perfetto. Anche se non è stato facile, ad esempio all’inizio, quando i bambini non potevano arrivare, o quando Laura con una pallottola in testa è partita a vivere a Milano con lei allora compagna, senza darle il tempo di prendersi la decisione, né quando Silvia e il marito hanno avuto un incidente in autostrada, con i due gemelli in ginocchio. “I sacrifici, i sacrifici, le difficoltà, i momenti di” no “che hanno sempre riportato il” sì “… Sono due genitori che ci hanno insegnato a sognare e ieri sera abbiamo cercato di farli vivere come in un sogno “ha scritto Laura. Per concludere, giustamente: “Oggi è difficile vedere una coppia raggiungere questo traguardo ed è una lezione per noi e per i nostri figli. Chissà se loro due si rendono conto di quello che hanno fatto per tutti noi. ”

25 agosto 2020 (modifica il 25 agosto 2020 | 23:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *