Le app di Apple si sbriciolano quando Facebook è responsabile

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Spotify, TikTok, Tinder e Waze si sono arrestati in modo anomalo dopo l’aggiornamento di Facebook

Venerdì, una serie di app su iPhone e iPad ha smesso di funzionare, Facebook ha ammesso che la colpa era.

La società ha dichiarato alla BBC che “una modifica del codice ha provocato arresti anomali per alcune applicazioni iOS” ma che il problema è stato “risolto rapidamente”.

Applicazioni come Spotify, TikTok, Tinder e Waze sono state inutilizzabili per alcune ore.

Gli utenti arrabbiati si sono rivolti ai social media mentre DownDetector, che monitora le interruzioni di corrente, ha segnalato interruzioni diffuse.

Un problema simile si è verificato a maggio, interessando i servizi per parte della giornata.

A proposito dell’ultimo fallimento, Facebook ha dichiarato in una nota: “Prima di oggi, una modifica del codice ha provocato arresti anomali per alcune applicazioni iOS utilizzando l’SDK di Facebook. [software developer kit]. Abbiamo rapidamente identificato il problema e risolto. Ti preghiamo di scusarci per eventuali problemi. ”

I problemi si verificano perché gli sviluppatori di applicazioni sono incoraggiati a integrare la funzionalità “connettiti con Facebook” in modo che il social network sfrutti i dati raccolti dalle applicazioni sugli utenti. Ciò significa che qualsiasi aggiornamento li influenzerà direttamente.

I due incidenti hanno portato alcuni a chiedersi se Facebook abbia troppo potere sulle app indipendenti.

Scrivendo a maggio dopo il primo arresto, lo sviluppatore dell’app, Guilherme Rambo, ha scritto: “È stato come se Facebook avesse un” interruttore di spegnimento dell’app “che ha attivato e che ha causato la caduta della maggior parte dei app iOS preferite dalle persone.

“Certo, si trattava di un bug e non di qualcosa fatto intenzionalmente, ma evidenzia il fatto che controllano le applicazioni che includono il loro codice.”

I problemi hanno frustrato molti utenti, ma Zack Whittaker, direttore della sicurezza di TechCrunch, ha sottolineato i nostri vantaggi: “Almeno il lato positivo, questa mattina per poco tempo, nessuna delle tue applicazioni ha scaricato silenziosamente i tuoi dati su broker e società di analisi a tua insaputa.”

E molti utenti Android hanno affermato che le loro app “funzionano bene”.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *