Lo sponsor di Redskins FedEx sollecita il team a cambiare marchio

Copyright dell’immagine
Getty Images

Il principale sponsor di Washington Redskins, Fedex, ha invitato la squadra di football americano a cambiare il suo controverso nome.

Il team di Washington DC ha affrontato ripetute chiamate a cambiare nome, considerato offensivo per i nativi americani.

Dopo le pressioni degli investitori, FedEx ha aggiunto la sua voce alle chiamate di giovedì.

“Abbiamo comunicato alla squadra di Washington la nostra richiesta di cambiare il nome della squadra”, afferma la dichiarazione in una nota.

All’inizio del millennio, FedEx ha pagato $ 205 milioni (£ 165 milioni) per i diritti di denominazione per lo stadio Redskins da 82.000 posti nel Maryland. L’accordo scade nel 2025.

Ma non è l’unica connessione che il gigante delle consegne ha con la squadra. Il capo e fondatore di FedEx, Frederick Smith possiede anche una partecipazione di minoranza nei Redskins.

Il team è stato sottoposto a forti pressioni per cambiare il proprio nome per decenni.

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Nativi americani e sostenitori che protestano contro il nome e il logo di Redskins

Sei anni fa, gli azionisti della FedEx hanno votato per consentire ai Redskins di mantenere il loro nome dopo che il gigante della spedizione ha ricevuto una denuncia dalla tribù Oneida con sede nel Wisconsin.

Ma mentre le aziende valutano la loro posizione in merito alle questioni razziali dopo la morte di George Floyd a Minneapolis, FedEx ha ora chiesto al team di cambiare marchio.

La scorsa settimana, 87 aziende di investimento e azionisti hanno scritto a FedEx, così come gli sponsor di Redskins, Nike e PepsiCo, invitando le società a tagliare i legami con i Redskins, secondo AdWeek.

“‘Redskins’ rimane una parola disumanizzante che caratterizza le persone in base al colore della pelle e un insulto razziale con toni odiosi”, ha detto la lettera a PepsiCo.

Giovedì il sito Web Nike non ha mostrato merchandising Redskins. Il team con sede a Washington era l’unico dei 32 team NFL che non era più elencato sul sito. Nike non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

In passato, il proprietario della squadra, Dan Snyder, è rimasto fedele a mantenere il nome, definendolo un “distintivo d’onore”.

Il team non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *