L’ultima nave da crociera in mare raggiunge finalmente il porto

(Galileus Web) – Una corsa globale per riportare a casa i passeggeri delle crociere nel bel mezzo della pandemia di coronavirus è giunta alla fine martedì, quando l’ultima nave offshore su larga scala si è diretta verso il porto di Genova per sbarcare passeggeri.

Prima dell’attracco, Costa Deliziosa, che lasciò Venezia il 5 gennaio per un giro del mondo, fu identificata dall’Associazione Internazionale Cruise Lines come l’unica delle sue navi che trasportava ancora un gran numero di passeggeri.

L’associazione, nota come CLIA, è un’organizzazione ombrello che copre il 95% di tutte le navi da crociera, comprese quelle appartenenti ai maggiori operatori del settore.

L’arrivo di Costa Deliziosa a Genova segue gli sforzi di molti operatori di crociere in tutto il mondo per riportare a casa le loro navi in ​​sicurezza e rimpatriare quelle a bordo, tra numerose epidemie di virus che hanno lasciato il industria sotto shock.

Alcune navi hanno faticato a trovare un porto sicuro, con le autorità di destinazione che le hanno rifiutate per paura che la malattia si diffondesse. Altre navi sono state oggetto di controverse quarantene.

Costa Crociere ha detto martedì che c’erano 1.519 passeggeri a bordo e 898 membri dell’equipaggio a bordo della Deliziosa.

Inizialmente, la nave doveva rientrare a Venezia il 26 aprile dopo un viaggio di 113 giorni. La nave fu autorizzata a continuare a navigare anche dopo che l’operatore Costa Crociere – una consociata italiana della società americana Carnival Corporation – sospese gli altri incroci a marzo.

Questa decisione segue la decisione della CLIA di interrompere tutte le operazioni dai porti americani, poiché la pandemia di coronavirus è peggiorata e sono state segnalate epidemie su diverse navi.

Sebbene la Costa Deliziosa continuasse a navigare in tutto il mondo, prima di questa settimana, nessuno aveva lasciato la nave per più di un mese.

Alcuni passeggeri sbarcarono e tornarono a casa quando la nave fece scalo a Perth, in Australia, il 16 marzo. Gli unici passeggeri autorizzati a sbarcare erano quelli sui voli riservati.

La nave attraccò a Barcellona il 20 aprile, dove 183 passeggeri spagnoli e portoghesi lasciarono la nave e 112 ospiti francesi, disse la linea di crociera.

Gli altri passeggeri, tra cui americani, italiani e alcuni cittadini francesi, dovrebbero lasciare la nave a Genova.

Tra questi, la passeggero americana Dana Lindberg disse alla Galileus Web Travel di non sapere cosa sarebbe successo all’arrivo della nave.

“Non ho ancora idea di cosa significhi per me tornare negli Stati Uniti”, ha detto lunedì. “Non so se rimaniamo sulla nave in attesa di un volo, andiamo in hotel o se un volo verrà offerto mercoledì.”

La linea di crociera ha dichiarato martedì di aver “organizzato il trasporto verso i vari paesi di residenza”.

Lindberg ha affermato che il suo viaggio in Costa Deliziosa è stato “un viaggio unico” che aveva programmato dall’inizio del 2018.

A bordo della crociera mondiale di gennaio, Lindberg non ha ritenuto che l’itinerario sarebbe stato interessato. Solo a febbraio, quando le paure di Covid-19 si intensificarono, la nave modificò il suo viaggio per evitare l’Asia.

Non ci sono notizie di Covid-19 a bordo. Le persone a bordo furono brevemente messe in quarantena nelle loro stanze dopo che un passeggero lasciò la nave in Sicilia per motivi di salute, ma la quarantena fu revocata dopo che questo passeggero era risultato negativo per Covid-19.

Crociera di fine mondo

MSC Magnifica attraccò a Marsielle, in Francia, il 20 aprile.

POUJOULAT / AFP ANNE-CRISTINO via Getty Images

Lo stivaggio programmato di Costa Deliziosa martedì segue l’arrivo di altre due navi da crociera CLIA il giorno prima.

La MSC Magnifica ha sbarcato i suoi passeggeri a Marsiglia, in Francia, terminando un viaggio globale iniziato anche a gennaio ma che, dal 10 marzo, ha previsto solo soste per rifornirsi di carburante e rifornimenti.

Non c’erano casi di Covid-19 a bordo.

“Penso che sia sicuro affermare che si tratta di una situazione senza precedenti e non sono sicuro che qualcuno abbia mai provato qualcosa del genere”, ha dichiarato il capitano della Magnifica Roberto Leotta in un comunicato stampa.

“Ma il viaggio non è stato affatto drammatico. I nostri clienti sono molto contenti. Sono sempre stati al sicuro e hanno ricevuto lo stesso servizio di una normale crociera.”

Leotta ha descritto l’equipaggio e i passeggeri a bordo come una “grande famiglia”.

La nave da crociera Pacific Princess viene presentata al porto di Los Angeles il 20 aprile.

La nave da crociera Pacific Princess viene presentata al porto di Los Angeles il 20 aprile.

Mario Tama / Getty Images

Negli Stati Uniti, la Pacific Princess è arrivata a Los Angeles il 20 aprile dopo aver salpato per una crociera mondiale di 111 giorni a gennaio.

La maggior parte dei passeggeri era tornata a casa negli Stati Uniti dopo essere sbarcata in Australia il 21 marzo circa. Solo i passeggeri che non potevano volare per motivi medici rimasero sulla nave.

La Princess Cruises ha affermato che a bordo c’erano 115 passeggeri e che non c’erano casi noti di Covid-19.

Ultimo viaggio

Artania il 28 marzo, quando fu attraccata a Fremantle, in Australia.

Artania il 28 marzo, quando fu attraccata a Fremantle, in Australia.

Paul Kane / Getty Images

Sebbene Deliziosa sia l’ultima nave CLIA ad arrivare al porto, c’è ancora una nave da crociera con una manciata di passeggeri a bordo che non ha ancora attraccato.

La nave da crociera Pheonix Reisen Artania è attualmente di ritorno in Germania con otto passeggeri, secondo la linea di crociera.

La nave da crociera Artania ha intrapreso una crociera globale di 140 giorni da Amburgo, in Germania, a Bremerhaven, in Germania, il 21 dicembre 2019.

Circa 36 passeggeri sono risultati positivi per Covid-19 a seguito di un controllo da parte delle autorità sanitarie australiane all’arrivo di Artania a Fremantle, nell’Australia occidentale.

In una dichiarazione, Phoenix Reisen ha affermato che i passeggeri sono stati quindi sbarcati e messi in quarantena negli ospedali locali.

Un altro passeggero è sbarcato e si è rivelato positivo al coronavirus all’inizio del viaggio.

Da allora sono morte tre persone a bordo: due passeggeri maschi e un membro dell’equipaggio maschio.

I passeggeri sani rimasero sulla nave fino ai voli di rimpatrio, avvenuti il ​​29 marzo. La maggior parte dei passeggeri a bordo proveniva dalla Germania.

L’Artania fu messo in quarantena a Fremantle per 14 giorni prima di poter lasciare l’Australia il 18 aprile. Ora sta tornando in Germania attraverso il sud-est asiatico. Si prevede che si fermerà a Bali il 23 aprile e Manila il 28 aprile per portare a casa alcuni membri dell’equipaggio.

Gli otto passeggeri a bordo dell’Artania hanno scelto di rientrare via mare per motivi di salute.

La nave è prevista a Bremerhaven il 31 maggio 2020.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *