Marvel: Pioneer Muslim Superhero lancia il gioco

Copyright dell’immagine
Meraviglia

Leggenda

Kamala Khan è stato creato dalla Marvel nel 2014 e debutterà in un adattamento di videogiochi entro la fine dell’anno

“È la rappresentazione nel gioco che aspetto da tutta la vita.”

I Marvel Avengers si incontrano di nuovo, non sul grande schermo, ma per un videogioco di successo.

Presenta molti supereroi che potresti aspettarti, tra cui Iron Man, Hulk e Captain America. Ma a loro si aggiunge una nuova aggiunta: Kamala Khan.

L’adolescente pakistano-americana di origine pakistana, che ha abilità che cambiano forma, è l’ultimo personaggio ad adottare il soprannome di Ms. Marvel.

Quando l’editore del gioco Square Enix ha annunciato che Marvel Avengers avrebbe incluso Kamala Khan come uno dei suoi principali personaggi giocabili e l’avrebbe messa al centro della trama, è stato accolto da fan e addetti ai lavori del settore.

“Ho sentito parlare della signora Marvel per la prima volta qualche anno fa”, ha detto Maria Afsar, una giocatrice di 25 anni.

“Immediatamente ho pensato che fosse così bello quando ho letto che il suo background era come il mio, essendo pakistano, musulmano e una ragazza.

“Quando ho visto l’annuncio che avrebbe partecipato al gioco e uno dei personaggi principali, ho pensato che mi aspettavo letteralmente qualcosa del genere per tutta la vita. Non ho visto nulla come quando ero più giovane. ”

Copyright dell’immagine
Meraviglia

Leggenda

La signora Marvel sarà uno dei principali personaggi giocabili e apparirà insieme a Black Widow, tra gli altri

Kamala Khan è stato co-creato dall’editore e direttore della Marvel Sana Amanat nel 2014.

Lei stessa una musulmana americana, Sana Amanat voleva creare un personaggio con cui le ragazze di origine simile potessero identificarsi e ammirare.

“Penso che sia assolutamente folle che Kamala stia partecipando a uno dei più grandi giochi Marvel che abbiamo mai realizzato”, ha detto durante la promozione del gioco.

“Il fatto che sia la protagonista del gioco in questo gioco ha molto senso. Le persone di ogni ceto sociale possono legarsi con lei.”

Le molteplici incarnazioni di Mme Marvel

Il soprannome della signora Marvel è stato usato da diversi personaggi bianchi nei fumetti Marvel dal 1976, tra cui Sharon Ventura e la dott.ssa Karla Sofen.

Ma la prima incarnazione fu Carole Danvers nel 1977.

Il suo personaggio è uscito dalla Marvel Moniker nel 2010 e divenne noto come Captain Marvel nel 2012. È interpretata sullo schermo nel Marvel Cinematic Universe da Brie Larson.

Copyright dell’immagine
Meraviglia

Leggenda

Brie Larson ha interpretato Captain Marvel nell’ultimo film dei Vendicatori

Ha aperto le porte a un nuovo personaggio per diventare la signora Marvel.

Nel 2014, ai lettori è stato presentato Kamala Khan, un 16enne pakistano-americano cresciuto a Jersey City. Ha abilità che cambiano forma e sembra essere una fan girl dei Vendicatori.

Facendo la storia lungo la strada, è diventata il primo personaggio musulmano della Marvel a dirigere la sua serie di fumetti.

Personaggi musulmani nei videogiochi sono apparsi in ruoli importanti negli ultimi anni, quindi non è la prima volta che puoi interpretare un personaggio musulmano.

Assassin’s Creed Chronicles: l’India, uno spin-off del franchise più venduto, ci ha fatto interpretare Arbaaz Mir, un assassino del Kashmir.

Il franchise di giochi di combattimento Tekken 7 ha recentemente introdotto un personaggio dell’Arabia Saudita di nome Shaheen come ultima voce della sua lista.

E Street Fighter V ha visto l’inclusione di Rashid, un altro personaggio del Medio Oriente.

Copyright dell’immagine
@Harada_TEKKEN

Leggenda

Tekken 7 ha introdotto il suo primo personaggio musulmano, Shaheen, nella sua lista

Tuttavia, secondo Sitara Shefta, responsabile dello studio di No Brakes Games, alcuni disegni dei personaggi per i musulmani potrebbero essere stereotipati e non rappresentativi del tuo giovane musulmano medio.

Sitara pensa che la signora Marvel sia molto più rappresentativa di ciò che sono davvero i giovani musulmani e afferma che il personaggio di Kamala Khan le ricorda la sua stessa nipote.

Copyright dell’immagine
Alberto E. Rodriguez / Getty Images

Leggenda

L’editore e regista Marvel Sana Amanat ha co-creato Kamala Khan nel 2014

Dice che l’importanza dell’inclusione di Kamala Khan nel gioco è un grande passo per una migliore rappresentazione nel gioco.

“Questo è molto importante, perché i pakistani e i musulmani non dovrebbero avere personaggi e storie che li ispirano?” lei chiede.

“Di solito sono rappresentati come terroristi o cattivi contro i quali combattiamo nei giochi”.

“Ora abbiamo un forte carattere musulmano pakistano e un modello per i bambini di questa comunità”.

Il videogioco presenterà una trama originale ispirata ai fumetti, ma non si allinea con l’Universo cinematografico Marvel.

Copyright dell’immagine
Meraviglia

Leggenda

Il videogioco dovrebbe essere rilasciato entro la fine dell’anno su PlayStation 4, Xbox One e PC

Scott Amos, capo studio dello sviluppatore di giochi Crystal Dynamics, ha dichiarato di essere stato travolto dalla risposta all’inclusione di Kamala Khan.

“Un messaggio che ci ha davvero sorpreso è stato come questo giocatore di lunga data ha dichiarato quanto sia stato emozionante e quanto sia importante avere un eroe di punta in questo gioco ora, così che generazioni di nuovi giocatori possano vedere e giocare come qualcuno come loro in un gioco pieno di iconici giganti come Thor e Iron Man e Black Widow “, ha detto alla BBC Asian Network.

Quando il suo trailer è stato rivelato per la prima volta all’E3 2019, alcuni hanno detto sui social media che i personaggi del gioco non assomigliavano affatto agli attori chi li ha interpretati nei film.

La Sig.ra Marvel non è ancora stata descritta in un film dal vivo, quindi non è stata influenzata da questa recensione, ma i Marvel Studios sono destinati a centrare una serie Disney + TV attorno al personaggio, che dovrebbe essere trasmessa nel 2022.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *