Non basta lo stipendio di 12mila euro: cinque deputati hanno preso il bonus di 600 euro. “Tre leghisti, un M5, un Renziano”. Fico: “Restituiscili”. Di Maio: “Escono e si dimettono”

Ore 19 – iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella di posta.

Lo stipendio netto di 12.439 euroovviamente non era abbastanza. Volevano arrotondare premio che il governo, nel mezzo di un’emergenza Covid, ha introdotto per i numeri di partita IVA che a marzo e aprile si sono trovati in estrema difficoltà a causa del blocco. Quindi cinque deputati della Repubblica italiana, rivela Repubblica, hanno fatto una richiesta aINPS prendere il 600 euro. L’istituto non rende noti i nomi, per ragioni di vita privata. Ma dalle prime indiscrezioni raccolte dal quotidiano romano, sembra che fossero tre parlamentari del Lega, uno di M5 è parte di Vivere l’Italia. E che siano coinvolti anche governatori e sindaci regionali. Ci fu un’immediata ondata di reazioni politiche, comprese le richieste scuse, di dimissioni e di ritorno I soldi. Il commento più utilizzato è “vergognaE da più parti arriva la richiesta che sia presidente della Camera. Roberto Fico far conoscere i parlamentari interessati.

M5s: “Vergogna, vattene” – Fico, dopo la notizia, ha espresso l’auspicio che “questi deputati chiedano scusa e restituiscano quanto hanno ricevuto. È dignità e opportunità. Perché, in questo rappresentanti del popolo, ne abbiamo alcuni obblighi morali, oltre il legale. Va sempre ricordato ”. Luigi Di Maio, Ministro degli Esteri e fino a gennaio leader politico del Movimento 5 stelle, commenta su facebook: vergognoso. Veramente indecente. I nomi sono coperti dalla legge vita privata. Bene, lascia che abbiano il file coraggio per uscire. Diglielo scusate agli italiani, Sono tornati soldi e sì dimettersi, se c’è ancora un minimo di modestia nel suo corpo ”. È “non importa la forza politica“Sono. Sulla stessa linea, il leader politico Vito Crimi: “In un contesto di sofferenza, scoprire che 5 deputati hanno chiesto il bonus INPS di 600 euro per i lavoratori autonomi e partita Iva, è a maggior ragione un motivo odioso e insopportabile. Spero che usciranno volontariamente e restituiranno il bonus se lo hanno utilizzato ”.

Ministro dei rapporti con il Parlamento Federico D’Incà sottolinea che “se chiediamo ai cittadini di credere nella politica, non possiamo accettare che 5 deputati abbiano beneficiato del bonus. Rimani sempre nelle istituzioni con disciplina e onore ”. Il Vice Ministro dell’Economia, Laura Castelli, da parte sua, chiede che “si interviene tempestivamente per capire chi ha chiesto dei bonus ”. E sottolinea: “Quando abbiamo pensato a queste misure, le abbiamo annotate per aiutare coloro che stavano veramente soffrendo, che si erano improvvisamente trovati in difficoltà, chi ne aveva davvero bisogno ”.

Pd: “Restituisci i soldi” – Davanti Pd la segretaria Nicola Zingaretti commenta semplicemente: “Posso dire che è davvero un peccato?” Allo stesso modo, il capogruppo alla Camera, Graziano Delrio: “È un comportamento vergognoso. Non si può accettare un simile comportamento dei parlamentari eletti, soprattutto di fronte alle difficoltà e alle sofferenze vissute da tanti italiani in questi mesi. Rimborsare immediatamente gli importi e chiedere scusa al Paese. “Il Vicepresidente del Gruppo, Michele Bordo, chiede a Fico di “trovare subito la strada rimedi a questa ingiustizia, il quale è un schiaffo enorme rispetto a chi ne ha davvero bisogno. ” Federico fornaro, società madre di Leu alla Camera “è giusto che gli italiani conoscano i loro nomi e chi si è comportato in questo modo deve assumersi le proprie responsabilità, iniziando con il rimborso immediato dei soldi. Quindi chiarite la questione e fatelo subito “.

Forza Italia: “Spiega se è stato un errore”. Salvini: “Un decreto del governo l’ha autorizzato” – Da Vai in Italia esprime “perplessità e perplessità, per non parlare della vergogna”, portavoce dei gruppi azzurri alla Camera e al Senato Giorgio Mule: “Chiunque abbia utilizzato il bonus apposta esce e spiegare se forse e si spera sia stato un errore grazie allo zelo di un consulente. Non ci sono segreti da proteggere e nessuna privacy da tutelare nell’attività di un parlamentare ”. Matteo salvini chiede la “sospensione immediata” dei cinque ma non perde occasione per attaccare anche il governo: “Peccato che un parlamentare chieda 600 euro per i partiti Iva in difficoltà. Questa un decreto del governo lo consente è un peccato. Che l’INPS (che deve ancora pagare la cassa integrazione a migliaia di lavoratori) abbia dato questi soldi è un peccato. In qualsiasi paese del mondo, tutti si sarebbero dimessi“, Scrive il leader della Lega Nord.

Linea seguita anche dai forzanti Mara Carfagna – “ora è ancora più ovvio che questo sistema di bonus progettato dal governo è difettoso, perché ti consente di richiedere e ricevere un sussidio anche da coloro che non ne hanno assolutamente bisogno” – e Mariastella Gelmini che “forse il governo potrebbe redigere meglio le leggi per evitare tali distorsioni”. Durante Giorgia Meloni de Fratelli d’Italia propone una via per trovare gli “intelligenti”: “Dato che l’INPS non menziona nomi per la vita privata, invito ogni parlamentare a dichiarare”#Bonus Inps, no! “. In modo che i nomi risaltino allo stesso modo, per esclusione “.

Segnalazioni della Direzione Centrale Antifrode dell’INPS – Per segnalare i nomi dei deputati che hanno richiesto il bonus – non chiedere illegale ma “semplicemente” totalmente inappropriato – era lì Direzione centrale per la lotta contro la frode, la lotta alla corruzione e alla trasparenza dell’ente previdenziale, scrive Repubblica, che ha anche identificato un “noto conduttore televisivoMa per i cinque deputati c’è anche l’ombra di un conflitto di interessi, visto che l’hanno approvato con una mano sola divario di budget per finanziare le misure di aiuto e insieme agli altri chiedevano il bonus. Sebbene, come sappiamo, come parlamentari, godono anche di vari stipendi oltre al loro stipendio vantaggio: dal trasporto gratuito a 3mila euro per le spese telefoniche all’assistenza sanitaria.

I 600 euro, previsti dai decreti Care Italy e Offrire, erano destinati ai numeri di partita IVA e ad alcune categorie specifiche di lavoratori autonomi. Data l’attuale urgenza, non c’erano poste in gioco o reddito massimo da dimostrare di poter applicare. Tuttavia, ce ne sono stati molti esclusi per dettagli tecnici e ostacoli burocratici. E ci sono anche molte persone che, sebbene abbiano diritto all’indennità, l’hanno ha scelto di non riceverlo tenendo conto della propria situazione finanziaria. Non è stato così per i cinque parlamentari. Che nonostante lo stipendio alto, hanno ricevuto il bonus, affrontando chi, in questi mesi, ne aveva davvero bisogno.

Memoriale al Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, facciamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, informazioni esclusive, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tuttavia, tutto questo lavoro ha un costo economico elevato. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con la rampa di accesso. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente dell’assistenza clicca qui.

grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire ogni giorno centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con il boom di accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una somma modesta ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente dell’assistenza!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Coronavirus, dopo che i migranti Salvini hanno attaccato i giornalisti: “Fanno terrorismo per tenere chiuse le persone nelle loro case”

seguente


Articolo successivo

Cinque deputati con il bonus di 600 euro, confronto furioso: “Peccato, nient’altro che privacy. Vogliamo nomi, dobbiamo fotterti! “

seguente


Avatar

Abramo Montalti

"Esperto di viaggi professionale. Risolutore di problemi. Lettore. Cibo maledetto. Difficoltà. Imprenditore. Amante della televisione. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *