Nuovi sondaggi mostrano l’effetto di una copertura sdegnosa e cospiratoria dei coronavirus di destra

Da quando il presidente Donald Trump ha adottato un approccio più oscuro per combattere il virus, rivolgendosi alla nazione dall’Oval Office e dichiarando un’emergenza nazionale, i migliori ospiti di Fox News e dei media conservatori hanno preso molto la pandemia. più seriamente.

Ma prima, i media di destra hanno trascorso settimane a ridurre al minimo le preoccupazioni per il virus.

Queste figure di destra – come Sean Hannity di Fox News, Laura Ingraham e il conduttore radiofonico Rush Limbaugh – hanno detto al pubblico che la copertura mediatica del virus era isterica e mirava a danneggiare politicamente Trump. Il messaggio spesso sdegnoso da parte degli host di Fox News era notevole, dato che gli spettatori che compongono il pubblico della rete sono più vecchi e quindi più vulnerabili alla malattia.

In altri casi, le figure e i media di destra sono andati oltre. Limbaugh, tra gli altri, ha emesso una teoria della cospirazione secondo cui il virus è stato creato in un laboratorio cinese, sebbene non vi siano prove concrete a sostegno della richiesta.

La copertura irresponsabile ebbe un effetto reale.

I sondaggi di Gallup e Pew Research hanno scoperto che i repubblicani – che diffidano ampiamente dei media mainstream e si rivolgono principalmente a Fox News e ad altre fonti di destra per informazioni sugli eventi attuali – avevano molte meno probabilità di prendere anche i rischi del coronavirus. come le loro controparti democratiche.

“Tra i sottogruppi, l’identificazione dei partiti politici riflette le differenze più marcate nei livelli di preoccupazione per quanto riguarda l’esposizione ai coronavirus”, ha dichiarato Justin McCarthy, analista di Gallup.

Sondaggio Gallup, condotto tra il 3 e il 13 marzo, ha rivelato che solo il 42% dei repubblicani era “molto preoccupato” o “piuttosto preoccupato” per il virus. In confronto, il 73% dei democratici ha espresso questo livello di preoccupazione.
Pew Research, che ha condotto il suo sondaggio dal 10 al 16 marzo, ha scoperto che l’83% dei repubblicani che consumava solo un programma di punti vendita con un pubblico di destra credeva che i media avessero esagerato i rischi del virus. Questo numero era superiore del 30% rispetto ai democratici che consumavano solo punti vendita con un pubblico di sinistra.

In particolare, Pew Research ha scoperto che il 79% di coloro che hanno dichiarato di rivolgersi a Fox News per informazione riteneva che i media avessero esagerato i rischi del virus.

In generale, il 59% dei repubblicani intervistati da Pew Research pensava che i media avessero coperto l’epidemia “molto bene” o “abbastanza bene”. Questo era del 21% in meno rispetto a quelli dall’altra parte dello spettro politico, con l’80% dei democratici che credeva che i media avessero coperto bene il virus.

In che modo le notizie Fox inducono in errore gli spettatori sul coronavirus

Il sessantatre percento degli spettatori di Fox News intervistati da Pew Research ha anche affermato di ritenere che il virus rappresentasse una minaccia minore per la salute del paese, rispetto al 31% degli spettatori MSNBC e al 37% degli spettatori della Galileus Web.

I repubblicani avevano maggiori probabilità di credere nelle teorie del complotto legate al virus. Secondo Pew Research, il 37% dei repubblicani o quelli che si sporgono verso il GOP hanno risposto di ritenere che il virus fosse stato creato in un laboratorio, rispetto al 21% dei democratici o di coloro che si appoggiavano ai democratici.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *