Pechino apre un nuovo ufficio di sicurezza a Hong Kong

attivista vicino ai furgoni della poliziaCopyright dell’immagine
EPA

Leggenda

Gli attivisti democratici temono che la legge di Pechino minerà le libertà di Hong Kong

La nuova legge cinese sulla sicurezza di Hong Kong prevede l’istituzione di un ufficio sul territorio per raccogliere informazioni e gestire i crimini contro la sicurezza nazionale, secondo i media statali.

La nuova legge sulla sicurezza prevarrà anche su tutte le leggi locali in conflitto con essa, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua.

Il disegno di legge ha suscitato proteste e causato condanne internazionali.

I critici dicono che distruggerà le libertà di cui gode Hong Kong ma che non sono disponibili nella Cina continentale.

Venerdì, il Parlamento europeo ha votato per portare la Cina alla Corte internazionale di giustizia dell’Aia in caso di imposizione della legge.

Ma la Cina afferma che la legge è necessaria per combattere le attività separatiste, la sovversione, il terrorismo e la collusione con elementi stranieri e respinge le critiche alle interferenze nei suoi affari.

  • La città di due maschere che affrontano una nuova crisi
  • Nuova legge cinese: perché Hong Kong è preoccupata?

Hong Kong è stata restituita in Cina sotto il controllo britannico nel 1997 come parte di un accordo incentrato sul principio “un paese, due sistemi” che garantiva determinate libertà a Hong Kong e non si applicava al continente.

Cosa c’è nella nuova legge?

I dettagli sono stati resi noti dopo una riunione di tre giorni del principale organo decisionale del parlamento cinese, il comitato permanente del Congresso nazionale del popolo.

Un nuovo ufficio di sicurezza nazionale a Hong Kong gestirà i casi di sicurezza nazionale, ma avrebbe anche altri poteri come la supervisione dell’educazione alla sicurezza nazionale nelle scuole di Hong Kong.

Xinhua ha anche affermato che il leader di Hong Kong Carrie Lam potrebbe nominare giudici specifici per ascoltare i casi di sicurezza nazionale.

La signora Lam ha appoggiato il disegno di legge e ha negato che le libertà di Hong Kong in base a “un paese, due sistemi” siano interessate.

Il governo di Hong Kong dovrà attuare la maggior parte delle misure di contrasto previste dalla nuova legge, ma in alcuni casi Pechino potrebbe annullare le autorità di Hong Kong.

“Se le leggi locali … sono incompatibili con questa legge, si applicheranno le disposizioni di questa legge. Il potere di interpretare questa legge appartiene al Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo”, ha detto Xinhua.

La legge non sarà attuata senza combattere

Di Celia Hatton, redattore di Asia Pacifico, BBC News

La nuova legge di Pechino afferma inequivocabilmente che prevarrà su qualsiasi legislazione divergente a Hong Kong, cancellando efficacemente il corpus di leggi e regolamenti dal territorio cinese.

Il testo è vago in alcune aree, dando al governo cinese molta latitudine per agire nell’interesse della sicurezza nazionale, del terrorismo e del separatismo e alimentando la paura che le libertà politiche e civili di Hong Kong vengano trascurate.

Ma la legislazione non sarà attuata senza combattere: molti a Hong Kong si oppongono ferocemente.

Qual è stata la reazione al conto?

Gli Stati Uniti affermano che la legge significa che Hong Kong non è più sufficientemente autonoma per meritare un trattamento speciale ai sensi della legge degli Stati Uniti.

Questo potenzialmente apre la strada a Hong Kong per poter negare i privilegi commerciali, come le tariffe più basse, il che significa che gli Stati Uniti lo tratteranno come qualsiasi altra città della Cina continentale per scopi commerciali. .

Nel frattempo, il Regno Unito afferma che cambierà le sue regole sull’immigrazione e offrirà a milioni di persone a Hong Kong “un percorso verso la cittadinanza” se la Cina imporrà la nuova legge.

  • E se gli Stati Uniti avessero rimosso lo status speciale di Hong Kong?

Perché la Cina applica la legge?

L’accordo di trasferimento tra Regno Unito e Cina del 1997 – una mini costituzione chiamata Legge fondamentale e principio “un paese, due sistemi” – prevede diritti a Hong Kong che includono la libertà di riunione e parola, un potere giudiziario indipendente e alcuni democratici. diritti che nessun’altra parte della Cina continentale ha.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa crisi d’identità dietro le proteste di Hong Kong

In base allo stesso accordo, Hong Kong avrebbe dovuto emanare la propria legge sulla sicurezza nazionale, come stabilito dall’articolo 23 della Legge fondamentale.

Ma la sua impopolarità significa che non è mai stato fatto – il governo ha provato nel 2003 ma ha dovuto arretrare dopo le proteste.

Poi, l’anno scorso, le proteste contro una legge di estradizione sono diventate violente e si sono evolute in un più ampio movimento anti-Cina e per la democrazia.

La Cina non vuole che ciò accada di nuovo.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *