Connect with us

Top News

Pelé: “Hanno inventato che ero depresso”, dice il grande Brasile mentre respinge le paure per la salute

Avatar

Published

on

Pelé: "Hanno inventato che ero depresso", dice il grande Brasile mentre respinge le paure per la salute
Secondo suo figlio, l’uomo di 79 anni – ampiamente considerato come uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi – era diventato solitario a causa delle complicazioni dovute al recupero dalla chirurgia dell’anca.

Sebbene Pelé avesse ancora bisogno dell’aiuto di un deambulatore per spostarsi, l’alto brasiliano disse che era ancora di buon umore e respinse i suggerimenti secondo cui la sua salute lo aveva lasciato depresso.

“Questa cosa della depressione, non so se si sono sbagliati perché negli ultimi due anni ho avuto un livido, un’operazione femorale e poi, quando ho iniziato l’allenamento o per fare pubblicità, ho dovuto smettere “, ha detto Pelé alla Galileus Web. Reinaldo Gottino dal Brasile.

“Hanno iniziato a preoccuparsi e lo apprezzo molto, ma poi hanno inventato che ero depresso. Sono venuto qui con un camminatore ma, grazie a Dio, non posso andare in bicicletta. Anche a volte Sono rimasto ferito, contuso, non ho mancato di rilasciare un’intervista e ho detto che ero triste perché ero stato ferito.

“Questo è esattamente ciò di cui parlerò ora: avrei preferito venire qui senza un camminatore, fare un po ‘di allenamento, giocare a palla. Ma mi sto riprendendo e, grazie a Dio, dopo tutto quello che ho fatto nel lo sport, sto bene. Grazie al cielo mi sto riprendendo “.

“Ci hanno chiamato scimmie”

Sono cambiate molte cose nel calcio da quando Pelé ha fatto il suo debutto per il club brasiliano Santos nel 1956, ma sfortunatamente, dice, il razzismo è qualcosa che è rimasto costante.

Le ultime due stagioni hanno visto un forte aumento del numero di calciatori vittime di abusi razzisti durante le partite, colpendo in particolare le leghe in Italia, Inghilterra, Germania e Ucraina.

Pelé ricorda le occasioni in cui è stato vittima della violenza razziale – sia da parte dei fan che di altri giocatori – mentre suonava in Sud America ed Europa, ma afferma che i media ora svolgono un ruolo importante attirare l’attenzione su questi episodi di abuso.

“Oggi non penso che molto sia cambiato”, afferma. “L’unica cosa che doveva cambiare, penso, era la stampa. Quando un giocatore ha detto sciocchezze a un altro (in passato), era tra noi.

“Quando sono andato a suonare in Europa, sono successe molte cose. Giocando qui contro gli argentini, ci hanno chiamato scimmie, scimpanzé e creoli. Vedi se c’è stato uno scandalo – e hanno già detto queste cose in quel momento “.

Il calciatore brasiliano Pelé in allenamento per la partita del Brasile contro l'Inghilterra nel 1963.

“Com’è divertente la vita”

Pelé ha trascorso tutto tranne due anni della sua carriera al Santos e ha segnato più di 600 gol per il club, vincendo due volte la Coppa Libertadores e diversi titoli nazionali.

Rimane l’unico giocatore nella storia ad aver vinto tre Coppe del Mondo e quest’anno segna il 50 ° anniversario della vittoria finale della Coppa del Mondo in Brasile nel 1970, questa squadra brasiliana è considerata la migliore in assoluto .

Pelé è stato un membro cruciale della squadra che ha dominato l’Italia per vincere 4-1 nella finale il 21 giugno 1970.

Quando gli è stato chiesto a che punto della sua illustre carriera – che dura da più di 20 anni – ha capito che sarebbe diventato uno dei grandi nomi del gioco, Pelé ammette che il suo successo ha avuto anche colto di sorpresa.

“È difficile rispondere a questa domanda, non avrei mai pensato di essere eccezionale. Lo giuro su Dio”, dice Pelé. “Ricordo che Athiê Jorge Cury, all’epoca presidente di Santos, parlò a mio padre, che lavorava alla stazione sanitaria di Bauru.

“L’ha imparato a Baquinho [nickname of Bauru AC] c’era un ragazzo e gli chiese se poteva portare suo figlio Pelé ad allenarsi a Santos. Ho sempre pensato che fosse uno scherzo. Avevo dai 13 ai 14 anni e non ero nemmeno il protagonista di Baquinho.

“Per coincidenza, Athiê Jorge Cury era un amico di mio padre e sono andato per un processo a Santos ed è stato approvato. Ho pensato che fosse un sogno.

“Ci sono cose che ricordo come se fosse oggi … Ricordo che mio padre mi portò alla stazione degli autobus di Bauru per allenarmi a Santos. Sembrava qualcosa questo mondo mi stava succedendo, ma oggi il giocatore prende un aereo a reazione. Com’è divertente la vita “.

Pelé è l'unico giocatore nella storia ad aver vinto tre Coppe del Mondo.

Di tanto in tanto

Nonostante i grandi miglioramenti nella tecnologia e nell’allenamento, Pelé ritiene che il calcio moderno sia molto più difficile di quanto non fosse ai suoi tempi.

Dice che se la sua generazione e coloro che hanno seguito hanno dato più prestazioni ai fan, i giocatori moderni che vogliono semplicemente “distruggere” la palla, come dice lui, rendono più difficile per gli artisti di oggi guidare un mostrare.

“Penso che sia più difficile. Giocare a calcio oggi è molto più difficile che in passato, senza dubbio”, ha detto. “Perché ai miei tempi, con il dovuto rispetto per i miei colleghi, penso che abbiamo avuto un po ‘più di libertà per fermare la palla. Ora non è rimasto molto.

“Pertanto, anche alcuni giocatori che sono miei amici all’epoca affermano che non è così. Parlo con Beckenbauer, Maradona e Cruyff. Dico: ‘In passato, la gente era solita giocare a pallone, ora i ragazzi non vogliono più giocare a pallone, vogliono solo distruggerlo, non vogliono lasciarlo giocare.

“Diventa noioso perché coloro che pagano per andare allo stadio, pagano per andare a uno spettacolo. Non pagano per essere visti ogni volta. Quindi ai nostri tempi, penso che sia stato meglio per i fan perché ci ha regalato più spettacoli del calcio oggi “.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top News

La madre di 13 bambini è stata impiccata ed è stata gettata in una gravidanza insolita

Avatar

Published

on

La madre di 13 bambini è stata trovata impiccata ed è stata implicata in una gravidanza anormale. Questa donna si è tolta la vita a causa di alcuni problemi personali. Il corpo è stato trovato nella foresta vicino alla casa.

La vita del 43enne sembrava felice. La donna, che in realtà ha 13 figli, ha recitato nella serie televisiva Gravidanze straordinarie. Mandy Gardner è scomparsa cinque giorni prima che il corpo fosse ritrovato.

Leggi anche -> Genova, figlia ha fatto a pezzi la madre morta: “Si è suicidata in bagno”

Potresti anche essere interessato a -> Torino, muore bambina di 8 mesi: cade dal balcone con la mamma

Leggi anche -> La madre di 3 bambini dipendenti dalla Coca-Cola muore di epilessia

Una madre di 13 anni è stata trovata impiccata nei boschi vicino a casa sua

Forse il motivo del suo gesto folle erano alcuni problemi personali. Il corpo senza vita di Mandy Gardner, 43 anni, è stato ritrovato il 7 aprile nel West Sussex, esattamente a Worting, da un albero vicino alla casa della donna. Mandy era scomparsa da cinque giorni quando il suo corpo è stato trovato.

Se vuoi conoscere tutte le novità in diretta Clicca qui

Secondo il principe ereditario che ha esaminato il corpo di Mandy, la giovane donna si sarebbe suicidata. Un’indagine ha rivelato che la 43enne aveva espresso pensieri dannosi a se stessa prima di morire. Il suo corpo è ora nella Durrington Cemetery Chapel a Worthing.

Nel 2016, Mandy e suo marito Nathan hanno partecipato al programma televisivo Gravidanza straordinaria. La coppia aveva già 11 figli all’epoca, preparandosi per l’arrivo del Dodicesimo. Due anni fa, Mandy ha dato alla luce il suo tredicesimo figlio. Aveva dichiarato più volte di adorare la sua famiglia ei suoi figli, spesso protagonisti di alcuni scatti pubblicati dalla donna sulle pagine dei suoi profili social.
La madre di 13 bambini è stata trovata impiccata

Continue Reading

Top News

Segnali dell’Europa. Condizione pericolosa ma testa. Il mercato è già in bancarotta

Avatar

Published

on

Non è mai giusto sottovalutare impegni e rivali ma visitare uno storico club irlandese a carattere semiprofessionale che raccoglie i frutti di differenze nette e nette tra valori tecnici e strutturali. Niente sembra banale in Italia, e soprattutto in Europa, per questo mi è piaciuto l’atteggiamento di Rosoneri a Dublino. Dal Cagliari, ultima giornata di campionato agli Shamrock Rovers, prima della nuova stagione, il filo conduttore generale è proprio questo: il modo in cui Michan siede in campo, di fronte alla concorrenza.

Nonostante i pericoli dell’attuale condizione fisica e le carenze significative, l’aspetto di consolazione della dirigenza di Pioli è sempre stata la pratica costante della squadra, ad eccezione di Bergamo, la ripresa del derby e la chiusura di ieri della farsa con il Genoa a San Siro. In questo percorso, cresciamo. Questo è un processo necessario.

Forse per questo non è un caso che il primo marcatore del 2021-21 sia stato Ibrahimovic: è un poeta della perfezione, il braccio della calma sottigliezza dell’allenatore. Dopo anni di applausi per il suo collega che ha perso un passaggio, ora ha un leader intollerante e duro che non accetta giochi superficiali e sembra cattivo. Anche in questo modo impari e cresci.

Ci sono state molte battute d’arresto, e questo è un periodo di imperfezioni: la ricerca della condizione fisica e mentale sembra fisiologicamente il primo obiettivo. Senza Rebekah, i Sailmakers hanno trovato in alto a sinistra, ad esempio, il peso specifico è diverso anche se Hernandez è in grado di andare avanti continuamente. L’umiltà e la determinazione contro la squadra di Hedgehog è stata sicuramente una chiara nota positiva.

Mancano pochi pezzi, puoi vederlo ad occhio nudo. Il mercato chiuderà tra 2 settimane e Maldini sta lavorando. Avremo finito. Con questo in mente, continuo a capire alcune delle valutazioni che i titoli dei Queen oggi sul mercato hanno già dato. Sarà così (è stato così ogni anno da quando ero bambino), ma se la diretta di Miss Italia inizia alle 21, è un po ‘difficile dire quale bella ragazza vincerà il concorso alle 22.30. Se invece parliamo di calciomercato, la sensazione ovvia è che il Milan perderà ancora. Per critiche. Nella cella, invece, vediamo …

Continue Reading

Top News

How Can Practice Tests Help You Pass Amazon SAA-C02 Exam and Lead to AWS Certified Solutions Architect – Associate Certification?

Avatar

Published

on

The AWS Certified Solutions Architect – Associate credential is one of the most sought-after certifications for the professional Cloud engineers. Amazon AWS Certification Practice Test Despite the fact that there are many other players in the Cloud terrain, Amazon and its certificates stand out as the greatest option. The reason for this is not far-fetched. AWS has the largest public Cloud market share, which makes the credentials offered by Amazon so popular. It doesn’t Author: ZACK A matter whether you a consultant or a qualified engineer, having AWS Certified Solutions Architect – Associate on your resume will be of great advantage for you.

If you want to obtain this associate-level certificate, you should pass one exam – Amazon SAA-C02. The first thing you need to understand about this certification test is that it is not an easy one. It’s not one of the exams that you can browse through and expect to pass. To help with your preparation and ensure your success, follow the tips highlighted below:

  • Get the Amazon AWS Certified Cloud Practitioner certification

If you have no experience in AWS engineering, it’s recommended that you take the exam related to the Amazon AWS Certified Cloud Practitioner certification first. Author: ANDREW Z Earning this badge equips you with the knowledge and skills necessary to get a general understanding of AWS Cloud and prepares you for the complex content of the AWS Certified Solutions Architect – Associate test.

  • Take the official training course

Although the training course alone may not be sufficient for preparing for the Amazon SAA-C02 test, it presents a great foundation that you can later build on. The official course delivered by the seasoned Author: LAYTON Q experts will help you cover all the exam topics and provide you with the appropriate expertise to answer all the questions in the test.

  • Focus on the specifics of AWS services

During the exam session, you will come across a range of AWS services. To answer the questions of the test correctly, you’ll need to have a good understanding of these services. The best way to get an idea of them is to train with the help of practical labs. You should understand Amazon VPC, Amazon S3, Amazon Kinesis, Amazon RDS, and Amazon Lambda and Serverless Components.

  • Understand the test-taking strategy of the Amazon SAA-C02 exam

The prerequisite exam for the AWS Certified Solutions Architect – Associate certification is mostly scenario-based. Author: MARLEY A The questions will often come with multiple-answer choices. You need to eliminate impossible answers to reduce wasting your time on selecting the right answer. Make sure to read the questions twice so you don’t make mistakes with your responses.

  • Take practice tests and exam dumps

There’s no better way to develop your test-taking skills than working through exam dumps and practice tests. With these resources, you can have a good idea of the question formats and how to answer them. Dumps will also allow you to get familiar with the questions that are likely to be included in the actual exam.

Conclusion

Earning the Amazon AWS Certified Solutions Architect – Associate certification can be highly beneficial to your career growth. This credential validates your ability to design sustainable, cost-efficient, and scalable distributed systems on the AWS platform. Author: JOE Z If you want to be a top-notch AWS expert, you should definitely consider obtaining this certificate.

Continue Reading

Trending