Peste bubbonica in Cina: la Mongolia interna prende precauzioni dopo il caso

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Striscio di peste bubbonica, preparato da una linfa estratta da un linfonodo adenopatico di un paziente affetto da peste

Le autorità cinesi hanno intensificato le precauzioni dopo che una città nella regione autonoma della Mongolia interna ha confermato un caso di peste bubbonica.

Secondo i rapporti dello stato, il paziente Bayannur – un pastore – è messo in quarantena e in condizioni stabili.

Le autorità hanno emesso un avviso di livello 3, il secondo più basso di un sistema a quattro livelli.

La peste bubbonica, causata da un’infezione batterica, può essere fatale, ma può essere trattata con antibiotici comunemente disponibili.

Il nuovo caso è stato segnalato per la prima volta come sospetto di peste bubbonica sabato in un ospedale di Urad Middle Banner nella città di Bayannur.

Non è ancora noto come o perché il paziente potrebbe essere stato infettato.

L’allerta di livello 3 vieta la caccia e il consumo di animali che potrebbero trasportare la peste e invita il pubblico a denunciare casi sospetti.

Mortale ma curabile

I casi di peste bubbonica sono regolarmente segnalati in tutto il mondo.

Il Madagascar ha registrato oltre 300 casi durante un’epidemia nel 2017.

Nel maggio dello scorso anno, due persone nel paese della Mongolia sono morte per la peste, che hanno contratto dopo aver mangiato la carne cruda di una marmotta – un tipo di roditore.

Un funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità di Ulan Bator, la capitale della Mongolia, ha dichiarato alla BBC che carne cruda di marmotta e reni sono considerati un rimedio popolare per una buona salute.

  • Black Death “diffusa dagli umani, non dai topi”
  • Perché gli Stati Uniti non hanno sradicato la peste?

Il roditore è un noto trasportatore dei batteri della peste ed è comunemente associato a casi di peste nel paese. La caccia alle marmotte è illegale.

La peste bubbonica è caratterizzata da linfonodi ingrossati. All’inizio può essere difficile identificarlo, perché i sintomi, che di solito si sviluppano dopo 3-7 giorni, assomigliano a quelli dell’influenza.

Ma è improbabile che la peste bubbonica – famigerata come la peste nera – porterà a un’epidemia.

“A differenza del 14 ° secolo, ora capiamo come viene trasmessa questa malattia”, ha detto la dott.ssa Shanti Kappagoda, un medico specializzato in malattie infettive presso lo Stanford Health Care, nel sito di notizie di Heathline.

“Sappiamo come prevenirlo. Possiamo anche trattare i pazienti infetti con antibiotici efficaci.”

La peste nera ha causato circa 50 milioni di morti in Africa, Asia ed Europa nel 14 ° secolo.

La sua ultima terrificante epidemia a Londra fu la Grande Peste del 1665, che uccise circa un quinto degli abitanti della città. Nel 19 ° secolo, ci fu un’epidemia di peste in Cina e in India, che uccise più di 12 milioni di persone.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *