Russia Estremo Oriente protesta l’arresto del governatore di Khabarovsk

Copyright dell’immagine
AFP

Leggenda

Sergei Furgal è stato rinviato in custodia venerdì

Migliaia di persone hanno preso parte alle proteste in Estremo Oriente russo contro l’arresto di un leader regionale.

Hanno marciato verso il governo regionale di Chabarovsk, gridando slogan contro il presidente Vladimir Putin.

Il governatore di Khabarovsk Sergei Furgal è stato arrestato giovedì con l’accusa di aver ordinato la morte di diversi uomini d’affari 15 anni fa.

Furgal ha sconfitto il candidato del partito della Russia Unita di Putin alle elezioni due anni fa.

Il suo partito, il Partito Democratico Liberalista ultra-nazionalista della Russia, è generalmente considerato leale al Cremlino.

Ma i corrispondenti affermano che la vittoria di Furgal è stata vista come un colpo alla presa della Russia unita sul potere nelle regioni e che è una figura popolare in Estremo Oriente.

Secondo le stime dei media regionali e dell’opposizione, il numero di manifestanti è compreso tra 5.000 e 40.000 in una città di circa 600.000 abitanti.

In un tweet (in russo), L’ufficio regionale del leader dell’opposizione Alexei Navalny definisce la manifestazione “un record assoluto per la nostra regione” e una dimostrazione unica di unità nella società “.

I media locali hanno mostrato immagini di manifestanti che marciavano e urlavano “libertà!”.

Alcuni manifestanti hanno gridato slogan come “Putin è un ladro” e “Putin, rassegnate le dimissioni”.

Diverse altre città della regione hanno organizzato piccole manifestazioni. La polizia non è intervenuta né ha effettuato alcun arresto.

Rabbia per la decisione “politica” di Mosca

Migliaia di persone sono scese per le strade di Chabarovsk in quella che i residenti chiamano la più grande protesta che hanno visto negli ultimi decenni.

Sono arrabbiati per l’arresto di Sergei Furgal e delle loro canzoni – contro Mosca e contro lo stesso Vladimir Putin – credono che questa decisione sia politica.

Nel 2018, il signor Furgal ha sconfitto il candidato eletto per il governatore del Cremlino da una frana. Si è rivelato popolare a livello locale, riducendo il numero di funzionari e mettendo in vendita lo yacht del governatore.

Ora deve affrontare un’accusa di omicidio, sin dai suoi giorni pre-politici nel mondo travagliato del commercio dei metalli. I sostenitori del signor Furgal vogliono sapere perché le autorità hanno atteso fino ad ora, tuttavia, 15 anni dopo per arrestarlo.

Le manifestazioni non erano autorizzate e a Khabarovsk il punto d’incontro era stato registrato durante la notte, presumibilmente per la disinfezione di Covid 19. Ma la folla in ogni caso marciava e la polizia – in questa occasione – non lo fece non è intervenuto.

Il 9 luglio, il signor Furgal è stato arrestato dalla polizia mascherata e portato a Mosca. Il giorno dopo, è stato messo in detenzione preventiva per due mesi prima del suo processo.

È accusato di aver organizzato due omicidi e un tentato omicidio di uomini d’affari nel 2004-05 e potrebbe essere condannato all’ergastolo.

L’arresto arriva dopo la paura della repressione dell’opposizione il voto della scorsa settimana per approvare le riforme costituzionali questo consentirà al signor Poutine di richiedere altri due termini.

Martedì, il capo dell’agenzia spaziale russa e l’ex giornalista Ivan Safranov accusato di tradimento, a seguito delle accuse di aver trasmesso segreti ufficiali a un paese della NATO.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *