Scoperta dei resti del palazzo azteco nella piazza principale di Zócalo a Città del Messico

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Il palazzo, trovato sotto uno storico banco dei pegni, fu utilizzato anche dal conquistatore spagnolo Hernán Cortés

I resti di un antico palazzo azteco sono stati scoperti sotto un maestoso edificio a Città del Messico.

Durante i lavori di ristrutturazione dell’edificio al largo della piazza centrale di Zócalo nella capitale, i lavoratori hanno trovato pavimenti in lastre di basalto.

I piani facevano parte di uno spazio aperto nel palazzo del sovrano azteco Axayácatl, ha dichiarato l’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH).

Il palazzo fu anche usato come residenza del conquistatore spagnolo Hernán Cortés dopo la caduta dell’impero azteco.

Le pale hanno trovato prove della residenza di Cortes nel sito del palazzo.

Gli archeologi affermano che è probabile che abbia riutilizzato materiali dal palazzo di Axayácatl – che, come altri sacri edifici aztechi, è stato raso al suolo dai conquistatori spagnoli.

Copyright dell’immagine
INAH

Leggenda

Gli archeologi affermano che il terreno faceva probabilmente parte di un cortile

Axayácatl regnò tra il 1469 e il 1481 ed era il padre di Montezuma, uno degli ultimi sovrani dell’impero.

“Sotto il seminterrato della casa di Cortés, più di tre metri di profondità, sono stati rilevati i resti di un altro livello di lastre di basalto, ma risalenti all’epoca preispanica”, ha detto l ‘INAH.

“Date le sue caratteristiche, gli specialisti hanno dedotto che faceva parte di uno spazio aperto nell’ex palazzo di Axayácatl, probabilmente un cortile.”

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

I piani facevano parte di uno spazio aperto nel palazzo di Axayácatl

Copyright dell’immagine
INAH

Leggenda

Il palazzo fu scoperto durante i lavori di ristrutturazione di un maestoso edificio a Città del Messico

Cortés arrivò in quello che oggi è il Messico nel 1518 come comandante di una missione per esplorare la regione – si dice che detenga una grande ricchezza per gli europei – per la colonizzazione spagnola.

Lui e i suoi uomini assediarono la capitale azteca Tenochtitlán nel 1521. Quando la città si arrese, i colonizzatori spagnoli la distrussero.

L’edificio attualmente in loco – il Nacional Monte de Piedad – è un banco dei pegni storico costruito nel 1755.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *