Sebbene lontano dalla norma, quasi 500 voli americani al giorno partono più del 70%

(Galileus Web) – Alcuni passeggeri arriveranno all’aeroporto e scopriranno che il loro volo è troppo pieno per consentire al posto vicino di rimanere vuoto, secondo i dati di un gruppo dell’industria aerea americana.

Il gruppo sostiene tuttavia che la stragrande maggioranza dei voli continua a consentire numerosi posti aperti, anche se il numero medio di passeggeri su ciascun aereo è in aumento.

Secondo il gruppo Airlines for America, l’8,5% dei voli è completo per oltre il 70%. .

Ciò significa che circa 482 voli giornalieri superano il limite del 70%. Il gruppo afferma che i vettori statunitensi attualmente volano circa 5.670 voli passeggeri al giorno, anche dopo aver rimosso migliaia di voli dai loro orari.

Il punteggio del 70% è significativo perché su un aereo a corpo stretto in cui la maggior parte dei posti è in gruppi di 3, l’isolamento sociale in genere significa utilizzare solo i due terzi dei posti, ovvero il 67%.

Quando si considerano altri tipi di aeromobili e diversi tipi di posti, l’International Air Transport Association afferma che la lontananza sociale significherebbe utilizzare un massimo del 62% dei posti in tutto il flotta.

Non esistono standard federali che impongano alle compagnie aeree di lasciare posti vuoti e consentire ai clienti di socialmente prendere le distanze, e il Dipartimento dei trasporti ha recentemente ordinato alle compagnie aeree “solo se il passeggero desidera cambiare o cancellare a causa di preoccupazioni relative a l’emergenza di sanità pubblica Covid-19 “. il cliente non ha diritto a un rimborso o un buono.

Alcune compagnie aeree facilitano la distanza sociale sui voli, anche se le loro politiche individuali variano.

United ha dichiarato di voler avvisare i clienti con voli oltre il 70% in anticipo e consentire loro di prenotare nuovamente se lo desiderano.

Southwest limita il numero di posti che vende per consentire posti vuoti intermedi. JetBlue ha detto mercoledì che avrebbe lasciato vuoti i posti centrali a meno che un gruppo di viaggiatori non volesse sedersi insieme.

E Delta dice che aggiungerà aerei per limitarli al 60%.

Le compagnie aeree affermano che la maggior parte dei voli ha molto spazio. Secondo Airlines for America, il 73% dei voli è decollato la scorsa settimana con meno della metà dei posti occupati da passeggeri o membri dell’equipaggio.

Ha detto che meno dell’1% dei voli – lo 0,7% – sono stati occupati tra il 90% e il 100% pieno, una metrica del fattore di carico della compagnia aerea.

– Il 3% dei furti è volato dall’80% all’89%

– Il 5% dei furti è volato dal 70% al 79%.

– Il 6% dei furti è volato dal 60% al 69%.

– Il 12% percento dei voli ha effettuato il 50-59% dei voli completi

A gennaio e febbraio, il volo medio trasportava tra 85 e 100 passeggeri. Il volo medio ora trasporta circa 39 passeggeri. Questo numero è aumentato in modo significativo, da 10 passeggeri per volo ad aprile e 23 passeggeri per volo all’inizio di maggio.

“C’è una forte inclinazione verso l’estremità vuota della gamma”, ha detto ai giornalisti John Heimlich, capo economista di Airlines for America. Lui e gli altri chiamanti non hanno risposto alle domande dei giornalisti.

I dati dell’amministrazione per la sicurezza dei trasporti mostrano anche un aumento del numero di passeggeri. Attualmente controlla circa il 9% del traffico registrato nello stesso periodo dell’anno scorso. Quel numero è sceso appena sotto il 3% un mese fa.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *