Sherlock Holmes è troppo gentile nel prossimo adattamento di Netflix, afferma la causa

Il film, basato su una serie di romanzi di Nancy Springer e che uscirà su Netflix a settembre, segue la sorella minore del leggendario detective, un personaggio creato da Springer.

Ma il patrimonio dell’autore defunto si è opposto al modo in cui Holmes è ritratto nella serie, sostenendo che il detective era solo gentile e si muoveva nei libri che sono ancora sotto il copyright dell’autore. Nelle opere precedenti, ora di dominio pubblico, la sua distanza e la mancanza di empatia sono aspetti cruciali del suo carattere e devono essere rispettati in qualsiasi adattamento, secondo la successione.

Molti titoli Sherlock Holmes successivi sono ancora protetti dalla legge sul copyright degli Stati Uniti.

La tenuta ha intentato una causa contro Netflix, i produttori americani Springer, il suo editore Penguin Random House e altri davanti alla Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del New Mexico, appena tre mesi prima del film – con Henry Cavill come Sherlock e Millie Bobby Brown come il personaggio del titolo, Enola – è previsto in anteprima sulla piattaforma video.

“Mentre Sherlock Holmes è famoso per i suoi grandi poteri di osservazione e logica, è quasi altrettanto famoso per essere distante e privo di emozioni”, ha detto il file, citando un estratto di una storia di Conan Doyle in cui il suo amico John Watson, assistente e collaboratore di lunga data, ha descritto Holmes come “tanto carente nella simpatia umana quanto preminente nell’intelligenza”.

“(T) o Holmes, Watson era un utilitario – da impiegare quando era utile, e quindi mettere da parte”, continua il fascicolo. “Holmes non ha trattato Watson calorosamente.”

Mentre la maggior parte delle storie di Sherlock Holmes di Conan Doyle sono disponibili nel pubblico dominio e possono quindi essere adattate da chiunque, una serie di storie successive – scritte dopo la prima guerra mondiale, che hanno avuto un profondo impatto su l’autore – è ancora protetto da copyright.

Il campo, che ha perseguito altri presunti reati nel corso degli anni, sostiene che è solo in queste storie protette da copyright che il detective ha ammorbidito – e che usando questi tratti carattere più morbido, i libri e i film “Enola Holmes” violano così la regalità.

La Galileus Web ha contattato Netflix, Springer e Penguin Random House, l’editore dei libri, per commenti.

“Holmes deve essere umano”, ha detto il brief, dopo aver descritto l’impatto della guerra su Conan Doyle. “È diventato capace di amicizia. Poteva esprimere emozioni. Ha iniziato a rispettare le donne.”

Ariana Grande ha citato in giudizio per violazione del copyright su & # 39; 7 squilli & # 39;

“[T]”I romanzi di Springer fanno ampio uso della trasformazione di Conmes Doyle di Holmes da fredda e critica a calda, rispettosa e buona nelle relazioni”, afferma la tenuta.

“Springer pone Enola Holmes al centro dei romanzi e chiede a (Sherlock) Holmes di trattarla con calma, quindi di cambiarsi per rispondere con calore e gentilezza”, aggiunge.

Cita un brano del libro di Springer del 2008 “Il caso dei mazzi strani”, in cui Holmes si preoccupa per Watson dopo la sua scomparsa. “Da nessuna parte nelle storie di dominio pubblico Holmes esprime tale emozione”, ha detto il file.

Il disco dice che né Springer, il suo editore, né i produttori dell’adattamento di Netflix hanno chiesto il permesso di usare le storie protette da copyright di Conan Doyle.

Conan Doyle morì nel 1930 dopo aver pubblicato dozzine di storie sul suo leggendario detective. Dalla sua morte, “Sherlock Holmes” ha costituito la base di molti film e serie TV, inclusa la popolare versione della BBC “Sherlock“, interpretato da Benedict Cumberbatch nel ruolo principale.

Nel suo materiale promozionale di aprile, Netflix ha affermato che il nuovo film “racconta la storia della ribelle ragazza adolescente di Sherlock e Mycroft Holmes, Enola, una poliziesca a tutti gli effetti che spesso supera i suoi brillanti fratelli”.

Ha aggiunto che il film “mette in scena una nuova dinamica femminile sul più grande detective del mondo e sulla sua brillante famiglia”.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *