Sito Web di Amazon UK sfigurato da abusi razzisti

Copyright dell’immagine
Getty Images

Amazon ha accusato un “cattivo attore” di abusi razzisti presenti in diverse liste sul suo sito Web britannico.

L’abuso, ora rimosso, è apparso quando gli utenti hanno cercato AirPods di Apple e prodotti simili nel negozio online.

Non era noto per quanto tempo il linguaggio razzista fosse rimasto sul sito, ma questo ha suscitato indignazione su Twitter e la condivisione di schermate e riprese video.

“Stiamo eliminando le immagini e abbiamo preso provvedimenti contro il cattivo attore”, ha detto Amazon alla BBC.

La società non ha specificato il “cattivo attore”, né ha specificato il numero di prodotti degradati e la durata dell’abuso nelle liste.

La giornalista di Huffington Post, Nadine White, ha twittato che l’abuso “deve essere riconosciuto, rimosso, spiegato, scusato al più presto. Essere nero in questo momento è abbastanza duro; non abbiamo bisogno di essere chiamato la parola N quando si acquista online, per iniziare. “

Un altro utente di Twitter ha affermato che Amazon avrebbe dovuto essere in grado di eliminare i messaggi offensivi in ​​pochi minuti. “Sono ancora su Amazon UK. Un’amministrazione del sito estremamente scadente”, ha detto domenica mattina.

Amazon consente inoltre ai rivenditori di terze parti di vendere merci attraverso il proprio sito Web, la società ricava circa la metà delle sue entrate al dettaglio.

Ma la piattaforma Amazon Marketplace è stata esaminata.

Ci sono state preoccupazioni circa i prodotti contraffatti che appaiono nelle liste e durante la pandemia di coronavirus, Amazon è stata criticata per non aver fatto abbastanza per impedire ai venditori di gonfiare i prezzi.

Ad aprile, cinque siti Web di e-commerce di Amazon, incluso il Regno Unito, sono stati aggiunti al rapporto sui “famigerati mercati” dell’autorità di regolamentazione sui mercati noti per i loro problemi di contraffazione e pirateria.

Amazon non era assolutamente d’accordo con la decisione, affermando in una dichiarazione che “questo atto puramente politico è un altro esempio dell’amministrazione che utilizza il governo degli Stati Uniti per far avanzare una vendetta personale contro Amazon”.

Avatar

Accardi

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *