Tavoletta Gilgamesh: presentazione per confiscare un manufatto dal Museo della Bibbia

loading...

Copyright dell’immagine
Immigrazione negli Stati Uniti e applicazione di dazi doganali

Leggenda

Le autorità statunitensi affermano che il tablet Gilgamesh Dream è stato portato illegalmente negli Stati Uniti

I pubblici ministeri statunitensi stanno cercando di confiscare una rara tavoletta antica da un museo cristiano co-fondato dal presidente al dettaglio Hobby Lobby.

Questo manufatto di 3.500 anni di quello che oggi è l’Iraq porta il testo dell’epopea di Gilgamesh, una delle opere letterarie più antiche del mondo.

I pubblici ministeri sostengono che una casa d’aste anonima abbia deliberatamente nascosto informazioni sulle sue origini.

Hobby Lobby ha detto che stava collaborando con le indagini del governo.

Ha acquistato il tablet presso la casa d’aste in una vendita privata nel 2014 per $ 1,67 milioni (£ 1,36 milioni) per una mostra al Bible Museum di Washington.

L’Ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto orientale di New York ha dichiarato che il tablet è stato importato illegalmente negli Stati Uniti.

Conosciuto come Gilgamesh Dream Tablet, l’artefatto presenta sezioni di un poema sumero – parti di storie epiche dello specchio dell’Antico Testamento, come il Giardino dell’Eden.

Secondo una causa civile presentata lunedì, il tablet è stato originariamente acquistato da un antiquario nel 2003 a Londra.

Nel 2007, il rivenditore lo vendette a un altro acquirente per $ 50.000 e presumibilmente includeva un documento falso che affermava che era stato ottenuto in un’asta negli Stati Uniti nel 1981.

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Hobby Lobby ha restituito migliaia di manufatti in mostra al Museo della Bibbia in precedenza

È stato quindi venduto alla Hobby Lobby nel 2014.

Tre anni dopo, quando il curatore del museo chiese chiarimenti sulle origini del tablet, si diceva che la casa d’aste avesse informazioni nascoste sulle sue origini, inclusa la falsa lettera alla quale sapeva che “non avrebbe resistito. ‘esame”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaIncontra l’archeologo in formazione per salvare il patrimonio iracheno

Non è chiaro se il presunto furto sia stato segnalato alle autorità dal museo.

Il tablet è stato sequestrato al museo nel settembre dello scorso anno; La decisione legale di lunedì è stata un tentativo formale di appropriarsi.

Il Ministero delle Antichità iracheno ha dichiarato all’emittente americana NPR che sta indagando se il tablet fosse una delle migliaia di oggetti rubati dal suo museo nel 1991.

Almeno nove dei 13 musei regionali del paese furono saccheggiati quell’anno quando il regime di Saddam Hussein perse il controllo di parti del paese subito dopo la sua invasione del Kuwait.

La causa civile arriva dopo che Hobby Lobby è stato multato per 3 milioni di dollari e costretto a consegnare migliaia di oggetti di contrabbando antichi dall’Iraq che ha acquistato per il museo della Bibbia.

A marzo, il presidente del consiglio di amministrazione del museo, Steve Green, ha anche rivelato di aver scoperto 5.000 altri frammenti di papiro e 6.500 oggetti di argilla nella sua collezione di provenienza insufficiente. Ha detto che i manufatti sarebbero stati restituiti in Egitto e Iraq.

loading...
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *