Tokyo 2020: come gli atleti hanno reagito al rinvio dei Giochi olimpici

La tennista Susannah Townsend ha intenzione di ritirarsi dopo le Olimpiadi di quest’estate

Per la maggior parte, la notizia di martedì che le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rimandate al 2021 era solo una formalità.

Ciò sembrava inevitabile, data la pandemia globale di coronavirus che ha causato la morte di quasi 17.000 persone in tutto il mondo.

Ma per quanto riguarda gli atleti, quelli che hanno preso di mira questi giochi per molti anni.

Heptathlete e campione del mondo Katarina Johnson-Thompson ha detto che è stato “straziante”, mentre il campione olimpico di ciclismo su pista Elinor Barker è stato lasciato “devastato”.

Improvvisamente, i regimi di allenamento devono essere riscritti e le massime prestazioni devono essere riprogrammate. Per alcuni, significa aspettare un po ‘di più per il loro debutto olimpico, e per altri, significa posticipare la pensione per un altro anno.

Ma tutti concordano sul fatto che sia la decisione giusta. E questo significa che, secondo il campione olimpico nella rana da 100 m Adam è tranquillo, possono rilassarsi.

“Molti atleti possono respirare”, ha detto a BBC Sport. “Ci siamo sentiti sotto pressione per allenarci e competere.

Le Olimpiadi rinviano il rilascio per gli atleti – Peaty

“La decisione del CIO solleva questa pubblicazione in base alla quale non dobbiamo essere in forma questa estate e non dobbiamo mettere rischi inutili per gli altri.”

Scrivere sui social network, ponticello lungo Jazmin Sawyers disse: “Per ora, dobbiamo stare a casa per proteggere noi stessi e tutti.

“Abbi cura l’uno dell’altro, lo sport sarà lì quando sarà finita e saremo pronti a offrirti il ​​più grande spettacolo del mondo.”

Per molti atleti, i Giochi di Tokyo quest’anno sarebbero stati la fine della strada; il picco dopo il quale si ritirerebbero dal loro sport. Molti ora si chiederanno se possono continuare per altri 12 mesi.

Ma non una ginnasta Becky Downie. Ha in programma di ritirarsi dopo i Giochi quest’estate, ma ha detto a BBC Sport che rimanere in gioco per un altro anno non è un “compito impossibile”.

“Sarà un compito gestire il corpo”, ha detto il 28enne.

“Almeno sono grato per il tempo morto adesso. Sappiamo solo che c’è una decisione e possiamo rilassarci in una certa misura e uscirne e poi continuare a pianificare dopo.”

Un giocatore di hockey Susannah Townsend, che faceva parte della squadra di medaglia d’oro del GB 2016, stava anche pianificando di ritirarsi dopo Tokyo e ha detto che rinviare i Giochi era come “appendere una carota e togliersela di dosso”.

“So che il mio corpo era appeso a un filo”, ha detto il trentenne alla BBC Sport. “Dovrò parlare con gli allenatori e determinare il mio piano di allenamento in modo da poter raggiungere il picco al momento giusto”.

Ma rinviare le Olimpiadi non significa solo un altro anno di allenamento fisico. Ciò significa un altro anno di mantenimento della motivazione, garantendo una preparazione psicologica e fisiologica e un’incredibile concentrazione.

“Sono davvero disgustato: dai il tuo cuore e la tua anima a qualcosa per quattro anni, quindi impedire che accada è semplicemente orribile”, ha detto il doppio medaglia d’oro olimpico taekwondo. Jade Jones.

“Ovviamente, la salute viene prima di tutto e la mia più grande priorità in questo momento è proteggere la mia famiglia e i miei cari e fare tutto il possibile per salvare vite umane.

“Ma come atleta d’élite, è molto demotivante e mentalmente difficile.

“Sono una persona molto positiva ma l’idea, al momento, di dovermi dedicare allo slogan di un altro anno è molto difficile”.

In un momento in cui il numero di persone che risultano positive al coronavirus continua ad accelerare in tutto il mondo, forse il team GB lo ha riassunto meglio:

“I Giochi olimpici sono un simbolo di speranza per tutti noi e siamo fiduciosi che saremo a Tokyo al momento giusto e al momento giusto quando il mondo emergerà da questo periodo oscuro”.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *